Filippo Vergassola nuovo coordinatore dei Giovani Comunisti spezzini: “In prima fila nelle battaglie di studenti, lavoratori e migranti”

April 3, 2013 by  
Filed under comunicati stampa locali

Comments Off on Filippo Vergassola nuovo coordinatore dei Giovani Comunisti spezzini: “In prima fila nelle battaglie di studenti, lavoratori e migranti”

Filippo Vergassola nuovo coordinatore dei Giovani Comunisti spezzini: “In prima fila nelle battaglie di studenti, lavoratori e migranti

 

 

Giovedì 28 marzo si è tenuto il coordinamento provinciale spezzino dei Giovani Comuniste/i che ha eletto come nuovo coordinatore provinciale Filippo Vergassola, attuale responsabile scuola e università della segreteria provinciale Prc.

Al centro della discussione il rilancio dell’organizzazione dei GC, che proseguiranno le proprie battaglie per il diritto allo studio e per la riaffermazione del valore della scuola e dell’università pubbliche, dell’antifascismo, della giustizia sociale, al fianco di precari, lavoratori e lavoratrici, migranti e in generale fasce più deboli. Per quanto riguarda le iniziative in programma, già nelle prossime settimane verrà lanciato nelle scuole superiori la consultazione studentesca nazionale AltraRiforma, promossa dai sindacati studenteschi Unione degli Studenti e Link, che i Giovani Comuniste/i sostengono per un coinvolgimento diretto degli studenti e delle studentesse nelle scelte di politiche scolastiche dell’immediato futuro.
Inoltre, come ogni anno, i Giovani Comuniste/i spezzini aderiranno alle iniziative della ricorrenza del 25 aprile, con la consueta fiaccolata serale della vigilia, e alla festa del 1° maggio a Solaro organizzata dal circolo Prc “L. Libertini” di Lerici.

Come sempre saremo in prima fila nelle battaglie di studenti, lavoratori e migrantiafferma Vergassola “per una città e un Paese diverso, da liberare più velocemente possibile dai disastri dei governi Berlusconi e Monti, che hanno aggravato la crisi e permesso che a pagare fossero sempre i soliti deboli, salvaguardando la classe politica che ci ha portato all’attuale situazione sociale”.



Coordinamento Provinciale Giovani Comuniste/i La Spezia

Prc e Gc La Spezia aderiscono allo sciopero Cgil del 14 novembre e al corteo degli studenti spezzini

November 13, 2012 by  
Filed under del territorio

Comments Off on Prc e Gc La Spezia aderiscono allo sciopero Cgil del 14 novembre e al corteo degli studenti spezzini

CONTRO L’EUROAUSTERITA’ E IL GOVERNO MONTI, CON L’EUROPA CHE RESISTE!
Prc e Gc La Spezia aderiscono allo sciopero Cgil del 14 novembre e al corteo degli studenti spezzini


Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti della Spezia aderiscono allo sciopero CGIL proclamato per mercoledì 14 novembre in occasione della giornata di mobilitazione contro le vergognose politiche di austerità del governo Monti che strozzano sempre più i cittadini italiani nel nome della troika formata da Germania-Francia-BCE-FMI.

Mentre la Cgil terrà un presidio in Piazzetta del Bastione, i Giovani Comunisti e Rifondazione parteciperanno al corteo di protesta organizzato dagli studenti spezzini che percorreranno le vie cittadine a partirte dalle ore 9 con ritrovo in Piazza Europa. Nell’occasione i partecipanti potranno firmare per abrogare con i referendum le scandalose leggi dei governi Berlusconi-Monti in tema di lavoro, per il ripristino dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori che impediva la libertà di licenziamento prima della “riforma” Fornero.

Di seguito l’appello di Rifondazione Comunista e dei Giovani Comunisti:

Siamo con le lavoratrici e i lavoratori che oggi in tutta Europa scioperano.

A chi dice che non ci sono alternative alle politiche di austerity volute dalla Merkel e dalla Troika, rispondiamo che dalla crisi non si esce tagliando i diritti e il futuro.

Le politiche di austerity peggiorano la crisi economica e creano una crisi di civiltà, una barbarie in cui si distruggono tutti i diritti sociali e del lavoro e si distrugge assieme la democrazia. Mentre si salvaguardano la finanza e gli speculatori.

 

Siamo contro il governo Monti che, sostenuto da centrodestra e centrosinistra, ha approvato la controriforma delle pensioni, la cancellazione dell’articolo 18, i continui tagli a scuola, sanità, servizi sociali, il pareggio di bilancio in Costituzione e il Fiscal Compact. Il Fiscal Compact, che chiede al nostro paese tagli di 47 miliardi l’anno per i prossimi 20 anni, è un trattato contro i popoli d’Europa, contro le conquiste sociali che fanno parte della storia europea.

 

Vogliamo costruire un’alternativa con l’unità delle forze di sinistra e antiliberiste. Colpendo gli speculatori e la deregulation finanziaria, facendo pagare i ricchi con la patrimoniale, costruendo nuova occupazione con un piano per il lavoro e l’ambiente, tagliando le spese militari, ripristinando i diritti sociali e del lavoro.

 

Ti chiediamo di firmare per i referendum:

-per il ripristino dell’articolo 18;

-per la cancellazione dell’articolo 8 e la difesa del contratto nazionale;

-per l’abrogazione della controriforma Fornero delle pensioni;

-per eliminare i privilegi dei parlamentari;

 

Riprendiamoci il presente e il futuro.

Diritti, lavoro, democrazia.

CAMBIARE SI PUO’!

tragico evento del 25 Ottobre 2011 a Borghetto Vara ed a Brugnato

October 21, 2012 by  
Filed under del territorio

Comments Off on tragico evento del 25 Ottobre 2011 a Borghetto Vara ed a Brugnato

IL 25 OTTOBRE 2012 Le “Fasce Rosse”, SEL Val di Vara e Rifondazione Comunista ricorderanno il tragico evento del 25 Ottobre 2011 a Borghetto Vara ed a Brugnato insieme ai volontari che con passione e competenza sono arrivati alla Spezia e hanno portato un vento d’aria nuovo sul modo di stare insieme ma anche sul modo di fare politica.  “Quella tragedia ha dimostrato che è impensabile continuare a operare scelte nella logica dell’urbanistica contratta, senza coniugare con saggezza le necessità economiche di 

una comunità con gli equilibri ambientali del territorio. Le politiche cementificatorie hanno fallito consentendo la distruzione del territorio: smettiamola con gli accanimenti terapeutici, occorre pianificare un modello economico compatibile.

Hanno aderito: Brigate della Solidarietà Attiva Lazio e Pavia

PROGRAMMA:

Ore 15.30: Comizio a Brugnato P.za Brosini.

Ore 17.30: Mostra fotografica”la solidarietà delle fasce rosse durante l’alluvione”e comizio aperto alla cittadinanza presso Bar conti Borghetto di Vara.

Ore 18 e 30: Fiaccolata con direzione Brugnato

Interventi di

Andrea Licari (SEL Val di Vara)
William Domenichini (PRC La Spezia)

ore 20.00 Cena da Ruggero presso località “la casetta”in Brugnato.

per prenotazioni scrivere a: rifondazionecomunistalaspezia@gmail.com

PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti”

October 10, 2012 by  
Filed under ambiente, dall'Italia

Comments Off on PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti”

PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti

Il comune di Levanto ha aderito ufficialmente alla strategia Rifiuti Zero, grazie anche al lavoro di Rifondazione, presente nella giunta comunale levantese. Un passo importante per un’amministrazione coraggiosa che ha deciso di intraprendere l’unica soluzione possibile, sia economicamente che soprattutto ambientalmente, al problema del riciclo dei rifiuti nella nostra provincia, soluzione già deliberata e intrapresa dal comune capoluogo della Spezia su mozione e istanza degli esponenti del Prc.

Rifondazione Comunista ha ospitato nel nostro territorio innumerevoli volte (e in tempi non sospetti) l’assessore all’ambiente al comune di Capannori Alessio Ciacci, primo attuatore in Italia di Rifiuti Zero e lo scienziato ideatore del piano, il professor Paul Connett, per contrastare la costante pressione di chi intende perseverare nella soluzione folle dell’incenerimento.

Quello di Levanto è un importante risultato alla vigilia dell’assemblea nazionale per la costituzione dell’Associazione Nazionale delle Comunità Verso Rifiuti Zero che si terrà proprio a Capannori il prossimo 13 ottobre, con la presenza di tutti i comuni aderenti, e molte associazioni, tra cui la spezzina AmbientalMente.

Rifondazione Comunista La Spezia

De Gennaro sottosegretario

May 15, 2012 by  
Filed under in primo piano

Comments Off on De Gennaro sottosegretario

De Gennaro sottosegretario, Giovani Comunisti La Spezia: “Altra vergogna del governo Monti. Noi non dimentichiamo la macelleria di Genova 2001


Apprendiamo con indignazione e sgomento la nomina odierna del prefetto Gianni De Gennaro a sottosegretario alla presidenza del Consiglio voluta da Mario Monti. Riteniamo tale scelta l’ennesima mossa vergognosa e molto politica di un governo che nulla ha di tecnico ma solo di reazionario.

De Gennaro è stato il responsabile, durante il governo Berlusconi II, della “più grande sospensione della democrazia in un paese occidentale dalla fine della seconda guerra mondiale“, come Amnesty International ha definito la “macelleria messicana” della scuola Diaz di Genova 2001.

Nessuno ha dimenticato i fatti di sangue di 11 anni fa, tantomeno noi Giovani Comunisti che a Genova eravmo presenti in quei giorni.

L’assassinio di Carlo Giuliani e i pestaggi a persone inermi e innocenti da parte delle forze dell’ordine, allora capeggiate proprio dal signor De Gennaro, resteranno per sempre nella memoria collettiva di questo Paese, come bene ha raccontato il bellissimo e recente film “Diaz” di Daniele Vicari, di cui, ovviamente, poco si è parlato sui media nazionali.

Nessuno degli uomini di stato colpevoli di quegli scempi ha mai pagato ne penalmente, ne in termini di carriera, a partire proprio da De Gennaro. Possiamo anzi tranquillamente affermare l’opposto: ovunque ci sono state promozioni, anche eccellenti, come dimostra proprio questa nomina.

Con questa scelta scandalosa, Monti ha offeso il popolo italiano e tutte le vittime di Genova, Carlo Giuliani in primis.

Inoltre, mentre lo stesso presidente pontifica il taglio delle spese agli stipendi, alle pensioni, ai servizi pubblici, ai servizi sociali, ai posti di lavoro, ai diritti dei lavoratori e si accinge a varare il Fiscal compact che metterà definitivamente in ginocchio il popolo italiano, viene nominato un nuovo sottosegretario di stato lautamente stipendiato con i nostri soldi.

Anche per questo domani saremo a Roma a manifestare contro Monti e il suo governo, del quale ci aspettiamo il più presto possibile le dimissioni, in modo che i cittadini tornino subito a decidere il loro destino.

Concludiamo con un messaggio a Haidi e a Giuliano Giuliani: vi siamo sempre vicini, specie in questi dolorosi momenti.

Coordinamento provinciale Giovani Comunisti La Spezia