osservatorio sulla repressione – 26/05/13

May 30, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – 26/05/13

Newsletter n.19/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

5X1000
Molti di voi sicuramente già l’avranno fatto, altri l’avranno destinato ad altre associazioni meritevoli, per chiunque non ha anora preso impegni e vuole dare il proprio contributo, noi dell’Osservatorio sulla Repressione vi invitiamo a destinare la vs quota del 5X1000 al  Comitato Piazza Carlo Giuliani onlus inserendo nel modello 730 o il modello Unico il codice fiscale: 95075250100
Per ogni informazione sull’attività del comitato: http://www.piazzacarlogiuliani.org

News dal   13 al 26 maggio 2013

Ciao Don Gallo… evangelicamente anarchico

Don Gallo ci ha lasciato, era uno di noi, un prete di frontiera sempre al fianco dei poveri e degli emarginati. Abbiamo condiviso con lui tante giornate insieme dai tragici giorni del luglio 2001 a Genova alle tante manifestazioni di solidarietà contro la repressione e la criminalizzazione dei movimenti.

A testa alta! Per la solidarietà agli/alle imputati/e della giornata del 15 Ottobre

Il 4 Aprile scorso sono stati rinviati a giudizio 18 persone accusate del reato di devastazione e saccheggio in seguito ai fatti avvenuti durante la manifestazione del 15 Ottobre. Tre di loro sono accusate anche di tentato omicidio.

Davide Rosci inizia sciopero della fame nel carcere di Viterbo

Davide Rosci, il compagno antifascista di Teramo, condannato in I° grado per gli incidenti a Piazza San Giovanni a Roma il 15 ottobre 2011, dal carcere di Viterbo dove è recluso annuncia di iniziare lo sciopero della fame

Presentata legge per inasprire le pene per le occupazioni di case

Una dozzina di parlamentari della Lega presentano una proposta di legge per rendere più pesanti le pene per chi occupa case o terreni in modo organizzato (più di dieci). Una legge a difesa della rendita speculativa e del patrimonio immobiliare delle banche.

Bolzaneto, il lager dimenticato

Nei giorni scorsi si sono tenute a Roma le udienze in Corte di Cassazione per l’atto finale dei fatti accaduti nella Caserma di Genova Bolzaneto a luglio del 2001 in occasione del G8. La sentenza è stata posticipata al 14 giugno.

Linciaggio politico-giudiziario ai NoTav

E’ un coro unanime quello che si è levato dopo il sabotaggio del cantiere/fortino di Chiomonte. Pd, Pdl e Lega gridano al ‘terrorismo’ e annunciano più repressione

NoTav: Criminale è chi devasta il territorio,non chi resiste!!

“Tentato omicidio” di un compressore. Un’accusa originale, fatta con vero sprezzo del ridicolo, fa da apripista per l’ennesimo tentativo di criminalizzare il Movimento No Tav. C’è qualcosa di marcio nel modo in cui – sinergicamente – istituzioni, partiti politici, una procura, media di regime stanno cercando di circondare il Movimento No Tav. C’è qualcosa di marcio perché lo schema è decisamente totalitario.

Il Movimento NoTav sui fatti degli ultimi giorni

Tre giorni continui di attacchi mediatici e politici alla Valle di Susa e al movimento no tav. Proviamo per punti a raccontare la cruda realtà: – L’azione di lunedì notte non è stata rivendicata, le uniche notizie che rimbalzano sui giornali arrivano direttamente dalla questura e dall’interno del cantiere.

Milano. La polizia sgombera lo Zam

La polizia sgombera il centro sociale ZAM, uno dei più vivi a Milano. Una tenace e insolita resistenza prende vita.

Napoli: la Polizia assalta il Lido Pola

Mentre a Milano la polizia sgombera  il centro sociale Zam, a Napoli gli agenti assaltano uno spazio occupato pochi giorni fa. Gli occupanti resistono

Torino, cariche e fermi contro i presidi antisfratto

Giornata di resistenza agli sfratti questa mattina a Torino dove, com’è ormai d’abitudine da un po’ di tempo a questa parte, la Questura tende a concentrare diversi sfratti esecutivi nella stessa mattinata (più precisamente nel terzo martedì del mese) per tentare di disperdere i momenti di resistenza.

Massa: contestata la Gelmini, cariche della polizia

A Massa la visita dell’ex ministra dell’istruzione Gelmini, in città per sostenere il candidato sindaco del Pdl, è stata “accolta” da studenti e studentesse che hanno affermato con forza che la presenza di questi personaggi non è gradita.

Bologna: Piazza Verdi resiste alle provocazioni della Polizia

La polizia cerca di interrompere un’assemblea pubblica insieme alle lavoratrici della Sodexo, ma una forte resistenza impedisce il vile tentativo.

Roma, retata di ragazzini anarchici

Spiegamento di forze per catturare sei giovani che avevano affisso nove manifesti astensionisti

Il programma di ricerca europeo INDECT … fra impostura, business e neo-autoritarismo (o fascismo democratico)

Video e documento sul programma di ricerca europeo INDECT

Operazione anti-Anonymous, arresti e perquisizioni

In singolare “coincidenza” con gli allarmi sparati contro l'”eccessiva libertà in Rete”. la polizia sta portando a termine un’operazione contro presunti hacker di Anonymous.

Un’operazione con arresti e perquisizioni contro presunti appartenenti ad Anonymous è in corso in tutta Italia da parte degli uomini della polizia postale. Le indagini sono coordinate dalla procura di Roma.

Anonymous’: «More shit will come». Altri dati della polizia in rete

Intrusione intelligente di Anonymous nei siti del ministero dell’interno. Una risposta a chi pensava di smantellare il gruppo arrestando gente che ne sfruttava solo il nome.

Checchino Antonini spiato e pedinato. Chi è “Stato”?

Checchino Antonini, giornalista e tra i fondatori dell’Osservatorio sulla Repressione è stato pedinato e  spiato per circa un mese. Più o meno da metà gennaio e metà febbraio. Chi? Perché? Su ordine di chi? Domande al momento senza risposta sulle quali, prossimamente, dovrebbero essere presentate interrogazioni parlamentari.

Appunti di un maggio torbido spazzato da venti di fango…

Uno spirito di repressione dai poteri forti e cattolico reazionari interviene a gamba tesa sulla democrazia italiana, che ha ormai pochi difensori. Dalle false piste di attentati a Giorgiana Masi.

Quelle prigioni camuffate chiamate Cie

A 15 anni dalla loro istituzione, i Cie (Centri di identificazione e di espulsione), inizialmente Cpt (centri di permanenza temporanea), vengono bocciati su tutta la linea. Ad evidenziarne limiti e carenze un’indagine compiuta sui centri presenti in tutta Italia da un team di Medu (Medici per i diritti umani).

Commenti web contro Napolitano, Cancellieri autorizza indagini.

Un paio di giorni fa la ministra della giustizia Cancellieri ha autorizzato 22 “indagini” contro altrettanti utenti della rete rei di aver postato nel blog di Beppe Grillo commenti “lesivi dell’onore e del prestigio del presidente della Repubblica”.

No Muos: dopo le cariche inviate una raffica di sanzioni amministrative

Ogni sorta di strumento repressivo viene puntato contro i No Muos.

Parma: corteo nazionale contro il carcere e 41bis

Nel carcere di Parma sono rinchiusi oltre 600 prigionieri, la capienza regolamentare è di 350. Al suo interno vi sono, inoltre, una sezione per paraplegici, una sezione protetti, e una sezione di Alta Sicurezza articolata in AS1, AS3, 41bis. Oltre 50 detenuti sono in 41 bis

MATERIALI

 

osservatorio sulla repressione – n.18/13

May 14, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – n.18/13

Newsletter n.18/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

5X1000
Molti di voi sicuramente già l’avranno fatto, altri l’avranno destinato ad altre associazioni meritevoli, per chiunque non ha anora preso impegni e vuole dare il proprio contributo, noi dell’Osservatorio sulla Repressione vi invitiamo a destinare la vs quota del 5X1000 al  Comitato Piazza Carlo Giuliani onlus inserendo nel modello 730 o il modello Unico il codice fiscale: 95075250100
Per ogni informazione sull’attività del comitato: http://www.piazzacarlogiuliani.org

News dal   5 al 12 maggio 2013

Repressione alle lotte sociali, malapolizia, carceri e migranti. L’impegno dell’Osservatorio sulla Repressione

Intervista a Italo Di Sabato il responsabile nazionale dell’Osservatorio sulla Repressione, fondato nel 2007 Haidi Giuliani la mamma di Carlo, ucciso durante il G8 di Genova il 20 luglio del 2001.
Una settimana di ordinario razzismo
Da quando Cécile Kyenge si è insediata al Ministero dell’immigrazione, gli insulti le sono piovuti addosso, anzi l’hanno investita come una valanga.

La repubblica dei manganelli

Da Milano a Napoli, passando per Roma, Niscemi, la Val Susa e cento altri luoghi. Dato comune: i presìdi di protesta o le occupazioni pacifiche finiscono quasi sempre con le cariche di polizia

Il biglietto da visita del Governo Letta: mazzate, repressione e convivenza con i fascisti

Il nuovo governo non ha fatto praticamente neanche in tempo a completare i passaggi di insediamento che già è riuscito a dimostrare cosa significhi la riedizione dell’unità nazionale: repressione feroce e ingiustificata dei movimenti, chiusura verso le istanze sociali, collusione con lo squadrismo neofascista.

 

Esclusivo: la legge della polizia

la manifestazione del Coisp a Roma in sostegno degli agenti che uccisero Aldrovandi. Alcuni ragazzi protestano: guardate cosa accade

 

Polizia o patologia?

«Al mio popolo gli ho tolto la pace» – scrisse Don Milani – «ho affrontato le situazioni con la durezza che si addice al maestro, ma mi sono attirato contro l’odio dei potenti». Il governo Letta, invece, che pure si dice nato per pacificare, l’odio l’ha scatenato sui ceti subalterni e in cambio del consenso dei più forti ha seminato subito la guerra: da Milano a Napoli un’inquietante sequela di violenze: cariche, manganellate, ferimenti e fermi

 

Il vicequestore Fiorillo da Piazza Alimonda alle cariche agli studenti a Napoli

Chi è quel funzionario che nel filmato di NapoliUrbanBlog del 7 maggio 2013 dirige la carica gratuita e violenta contro un corteo di studenti su via San Sebastiano, nel pieno del centro storico di Napoli?

Milano. La polizia carica gli studenti che occupavano l’ex Cuem

Otto feriti, quattro “autodichiarati” (i poliziotti) e quattro veri (gli studenti). Questo è il bilancio dell’attacco della polizia oggi pomeriggio contro l’assemblea permanente all’Università di Milano, dopo lo sgombero della Bibliotica Ex Cuem. La polizia, chiamata dal rettore dlel’Ateneo, ha caricato i manifestanti colpendoli a lungo con i manganelli.

Roma. Cariche della polizia contro sgomberati di Tor Tre Teste

Dopo lo sgombero della palazzina di Tor Tre Teste di Roma, gli occupanti e le occupanti si sono recati in Comune per un incontro con il fine di trovare un accordo per una sistemazione degli sgomberati la scorsa settimana e sono stati ferocemente picchiati dalla polizia.

 

No Muos, manifestanti sgomberati con violenza

Turi Vaccaro, storico attivista del movimento pacifista , ha rischiato di essere schiacciato da un mezzo delle forze dell’ordine.

 

Bologna: maestre in corteo, la polizia interviene con durezza

Centinaia di maestre e altri lavoratori dei nidi e delle scuole dell’infanzia sono scese in piazza stamattina a Bologna. Quando hanno cercato di entrare nella sede dell’Asp la Polizia è intervenuta con la solita rudezza.

Roma 12 maggio: sfilano i fascisti, vietato il corteo per Giorgiana Masi

Il 12 maggio Roma sarà ostaggio della ‘Marcia della vita’, la sfilata misogina e antiabortista organizzata da oltranzisti cattolici e fascisti. Per la Questura quel giorno nessun altro deve poter manifestare.

 

Pisa: Arrestata rifugiata politica turca

Il 30 aprile, una rifugiata politica turca è stata arrestata e attualmente incarcerata nel carcere di Pisa. Seda, militante di una organizzazione dichiarata illegale in Turchia, viveva in Svizzera, dove le era stato riconosciuto lo status di rifugiata politica.

 

Seda Aktepe è libera!!!

Il tribunale di Firenze ha ordinato la scarcerazione di Seda Aktepe  la dissidente politica turca che nonostante l’asilo politico ottenuto in Svizzera era rinchiusa dal 30 aprile nel carcere di Pisa. Ora Seda è libera ma la battaglia contro l’estradizione continua.

 

G8 Genova, Processo Bolzaneto: il Pg chiede di confermare le condanne, ma di ridurre i risarcimenti

Rivive in Cassazione il racconto di quei giorni nel carcere provvisorio per le retate del G8

Il Coisp ci riprova.. dopo Ferrara altra vergognosa manifestazione a Roma

Il sindacatino di Polizia Coisp, oggi ancora in piazza per chiedere i domiciliari per i due poliziotti condannati per l’omicidio di Federico Aldrovandi. Blitz del Comitato Verità per Aldro durante la protesta. “Dopo Ferrara un’altra manifestazione vergogna”

 

Caso Lonzi, la madre denuncia tre medici

Marcello Lonzi morì l’11 luglio 2003 e secondo l’inchiesta a ucciderlo sarebbe stato un malore. Ma Maria Ciuffi, la mamma di Marcello,  da anni denuncia il pestaggio

MATERIALI

osservatorio repressione – 17/2013

May 8, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio repressione – 17/2013

Newsletter n.17/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

 Car@
non abbiamo mai creduto molto nelle raccolte firme… ma il caso di Giuseppe Uva rischia la prescrizione quindi è doveroso provare in tutti i modi a sbloccare la situazione. Firma e condividi l’appello, ci metti solo 1 minuto e puoi dare una grossa mano a Lucia Uva … quasi 20.000 firme sono giá arrivate ma ne mancano ancora 5.000!!!
http://www.change.org/it/petizioni/come-%C3%A8-morto-mio-fratello-giuseppeuva?utm_campaign=share_button_mobile&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition

News dal  22  aprile al 5 maggio 2013

Proibizionismo: 120mila arresti grazie alla Fini Giovanardi in sette anni

120mila arresti grazie alla Fini Giovanardi in sette anni. Maxiretata al Concertone del primo maggio. La Million Marijuana March lancia una tre giorni per liberarsi di quella legge.

Vicenza: occuparono Prefettura, condannati i No dal Molin

 il tribunale di Vicenza ha condannato 30 attivisti del Movimento contro la base militare USA a 5 mesi di reclusione per i fatti del 16 gennaio 2008

Inizia il maxiprocesso al movimento fiorentino

Si è tenuta a Firenze, la prima udienza del maxiprocesso che vede imputate 86 persone all’interno dell’inchiesta del 4 maggio e 13 giugno 2011 

Pestaggi selvaggi e spari a Palermo contro i lavoratori

Un gravissimo episodio di violenza inaudita si è consumato a Palermo nei confronti dei lavoratori della Trinacria che manifestavano davanti all’Assemblea Regionale Siciliana in occasione della discussione della finanziaria regionale

Niscemi: Arrestati due attivisti No Muos

Turi e Nicola due attivisti No MUOS, siano stati trattenuti dalle forze dell’ordine e tradotti in carcere a Caltanissetta.

Polizia irrompe e blocca iniziativa elettorale di Catania Bene Comune

È un fatto di una gravità inaudita e senza precedenti la repressione tramite l’intervento della polizia di Stato della pacifica e autorizzata manifestazione elettorale di “Catania Bene Comune” svoltasi oggi 4 maggio in Piazza Stesicoro a Catania.

Pisa: Caricati gli studenti che contestano Profumo e Amato

Tensione, all’esterno della Scuola Sant’Anna di Pisa, tra studenti dei collettivi antagonisti e le forze dell’ordine schierate a protezione dell’Istituto d’Istruzione Superiore all’interno del quale erano a relazionare Profumo e Amato

Roma: sgomberate con la forza 100 famiglie

Agenti in tenuta antisommossa, blindati e vigili del fuoco (che protestano) per liberare uno stabile, inutilizzato, occupato dal 6 aprile.
La Cassazione ferma le ruspe nei campi rom
Lo stato di crisi nella gestione delle minoranze etniche era iniziato 5 anni fa col governo Berlusconi e aveva dato il via a sgomberi e distruzione di case, contestati da Amnesty

G8 Genova: Processo Diaz, domiciliari per Caldarozzi e Canterini

Il tribunale di sorveglianza di Genova rifiuta l’affidamento ai servizi sociali per due dei condannati per la mattanza cilena
Tivoli: Fascisti imbrattano la lapide in memoria di Peppino Impastato
A Tivoli la lapide dedicata a Peppino Impastato, il militante comunista ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978, è stata imbrattata con simboli e scritte fasciste.

Modena: internato suicida nella Casa Lavoro di Castelfranco Emilia
Doveva essere scarcerato e ricoverato in una casa di cura, ma l’Ordinanza del magistrato non era stata ancora eseguita
Continua la “mattanza” all’interno delle carceri italiana, nel giro di 24 ore si registra la morte di detenuti reclusi nei petintenziari di Catanzaro, Velletri, Milano e nll’opg di Reggio Emilia

MATERIALI

osservatorio sulla repressione – n. 15/2013

April 16, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – n. 15/2013

Newsletter n.15/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal l’ 8 al 14  aprile 2013

Devastazione e saccheggio: l’emergenza Italia e l’Italia dell’emergenza

Probabilmente nessuno meglio di Crispi ha mai spiegato il rapporto organico tra dissenso e legalità nell’Italia dell’emergenza.

Il 15 ottobre non si processa: Lettera di un compagno imputato

Lettera di Mauro Gentile imputato insieme ad altri 24 compagni/e, per gli scontri di piazza del 15 ottobre 2011 a Roma, tutti accusati di devastazione e saccheggio e violenza pluriaggravata

Firma per la legge anti-tortura

Una campagna per tre leggi di iniziativa popolare promosse da associazioni e comitati per verità e giustizia
Federico Aldrovandi e una proposta ‘dimenticata’
Ripensare la polizia perché non ci sia mai più una Diaz o un “controllo” come in Via Ippodromo

Omicidio Cucchi: Per i Pm la colpa è di Stefano e dei suoi familiari

Incredibile requisitoria al processo per la morte di Stefano Cucchi. Insinuazioni su di lui e i familiari. Chieste pene lievi

Omicidio Cucchi: tutte le stranezze di una morte per fame

Una riflessione dell’ideatore del docufilm ” 148 Stefano,  Mostri dell’inerzia”, Giancarlo Castelli, sulla requisitoria dei Pm sull’omicidio di Stefano Cucchi
Omicidio Uva: il Csm indaga sul pm che non indaga
Un’azione disciplinare pende sul magistrato che non vuole interrogare il teste di quella notte ed è ostile a familiari e legali
Lucia Uva non è sola. Anche l’Osservatorio sulla repressione aderisce e sostiene la campagna
L’Osservatorio sulla Repressione sostiene la campagna per accedere agli atti del processo già depositati, per promuovere nuove perizie e nuove ipotesi giudiziarie, per tenere le luci accese sulle cause della morte di Giuseppe Uva.
I bollenti spiriti del pargolo di casa Alemanno potrebbero causare una grossa grana al quasi ex sindaco di Roma. Due poliziotti sarebbero indagati per averlo coperto dopo che nel 2009 partecipò ad un pestaggio contro il figlio di una giornalista.

MATERIALI


I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…

osservatorio sulla repressione – 14/2013

April 12, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – 14/2013

Newsletter n.14/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal  1 al 7 aprile 2013

Davide Rosci: “Spezziamo le catene, liberiamo la mente.”

Pubblichiamo la  lettera di Davide Rosci dal carcere di Viterbo dove è stato trasferito poche settimane fa. L’11 aprile è convocato il Tribunale del riesame che deciderà sulla sua posizione; in contemporanea è stato lanciato un presidio di solidarietà a Roma a piazzale Clodio.

Processo per il 15 Ottobre: rinvio a giudizio per 18 compagni e 7 assoluzioni

Si è aperto ieri a Roma il processo a carico di 25 compagni e compagne per i fatti del 15 ottobre 2011, quando centinaia di migliaia di persone parteciparono al corteo nella capitale per gridare il proprio no alle politiche di austerity e del sacrificio, come avveniva contemporaneamente in moltissime altre città europee e non solo.

Davide Libero !!: Appello del Comitato Amici e Famigliari di Davide Rosci

Davide Rosci è un uomo di 30 anni che lavora e risiede a Teramo. Il 21 aprile 2012 è stato arrestato e sottoposto ad arresti domiciliari presso la casa dei genitori perchè accusato di devastazione e saccheggio nell’ambito degli incidenti di piazza San Giovanni a Roma del 15 ottobre 2011.

Il caso Coisp-Ferrara è la spia di un degrado profondo

Il sit-in in favore degli agenti condannati per l’uccisione di Federico Aldrovandi ha un preciso brodo di coltura: l’erosione progressiva dello spirito democratico che ispirò la riforma dell’81. Dopo Genova G8 il vertice di polizia ha favorito il corporativismo e il rifiuto di ogni autocritica, accentuando la deriva.

Omicidio Aldrovandi: Ora il Coisp pretende le scuse

Nuova sortita del capo del sindacato di polizia. Nega la provocazione a Patrizia Moretti e accusa sindaco, politica e stampa

Quando Grillo intervistava Franco Maccari il segretario del Coisp

Sapete chi è stato il primo a scoprire il talentuoso segretario dell’associazione dei poliziotti, CO.I.S.P., Franco Maccari?
Sì, proprio quello che ha organizzato l’ignobile, infame e vergognoso sit in sotto le finestre del posto di lavoro di Patrizia Moretti la mamma di Federico Aldrovandi, che ha provocando una ondata di indignazione.
Sapete chi lo ha intervistato in tempi non sospetti, donandogli fama all’interno del Movimento 5 Stelle?
Proprio Beppe Grillo, nel settembre 2011.
Omicidio Uva: Dopo la sorella, il Pm denuncia anche il regista e l’autore di “Nei secoli fedele”… e i carabinieri ridono…
Dopo la chiusura del fascicolo bis con una denuncia per diffamazione a carico di Lucia Uva e de Le Iene, la procura di Varese potrebbe indagare altre persone. Nello specifico con atto depositato dall’avvocato Luca Marsico, anche l’autore Adriano Chiarelli  e  Francesco Menghini il regista  del film “Nei secoli fedele”, sarebbero indagati. Nel frattempo la giornalista la giornalista Elisabetta Reguitti denuncia il vergognoso compostamento di 2 carabinieri che se la ridevano quando Giuseppe Uva ormai era già morto. 
Se sei malato in galera… crepa
Ci sono detenuti con il cancro, la leucemia, il diabete, l’Alzheimer, l’epilessia. Per non dire dei disabili. E nelle carceri italiane sono quasi sempre abbandonati come bestie. Una vergogna a cui bisogna mettere fine.
Catanzaro: Detenuto si impicca in cella
Si tratta di un detenuto di 55 anni e di origini napoletane, sottoposto al regime di alta sicurezza, si è tolto la vita impiccandosi nella cella. Lo scorso anno in Calabria 3 suicidi, 36 tentativi e 167 atti di autolesionismo.

Verona: I lunghi fili neri del sindaco Tosi

Reportege da Verona: braccia tese, cori fascisti, botte e bottigliate. La destra estrema può contare sullo storico legame col sindaco  

Liceo TASSO di Roma: risorge l’organizzazione terrorista fascista Terza Posizione?

Liceo Tasso, Roma. Il liceo classico della Roma bene, fino a oggi però irriducibilmente di sinistra e antifascista, malgrado i tentativi “dall’alto” di renderlo un liceo amorfo vetrinetta della buona borghesia perbenista romana.

Lamezia Terme: Attacco fascista al L.S.O.A. Ex Palestra

il Laboratorio Sociale Occupato Autogestito ex Palestra è stato imbrattato con scritte di stampo fascista e razzista da parte di alcuni individui facenti parte di Casa Pound  

12 aprile Assemblea per la libertà di movimento al Volturno Occupato a Roma

un confronto tra chi agisce le lotte sociali.  Un confronto che sia in grado di superare i disperati ed isolati urli contro la repressione, che abbia la capacità di costruire un filo rosso che a partire della rivendicazione di una “libertà di movimento e di conflitto” riesca, quindi, a proiettarsi ben oltre la miseria del presente.

Licenza di tortura. La mostra fotografica di Claudia Guido

Il progetto di Claudia Guido per catturare gli sguardi di chi vive per reclamare verità e giustizia. Ora il lavoro è disponibile su internet

MATERIALI


I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…

osservatorio sulla repressione – n° 13

April 3, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – n° 13

Newsletter n.13/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal  25  marzo al 1 aprile 2013

Rimini: Denunciano il lavoro nero… ma vengono aggrediti dalla Digos

A Rimini attivisti del Laboratorio Sociale “Paz” insieme al Comitato Schiavi in Riviera, Runori Sinistri ed alcuni lavoratori stagionali denunciano in Tv lo sfruttamento del lavoro nero, ma vengono aggediti dagli agenti della Digos

Milano: Quattro condanne per il corteo dell’onda del 2008

Il Tribunale di Milano ha emesso la sentenza di primo grado per i fatti relativi al corteo dell’Onda del 21 Ottobre 2008.

Assolta Patrizia Aldrovandi, non mai diffamato la Pm

Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi il giovane ferrarese barbaramente ucciso da quattro poliziotti, è stata assolta dall’accusa di diffamazione nei confronti del Pm

Ignobile provocazione del Coisp: Sit-in sotto l’ufficio della mamma di Federico Aldrovandi

Infame e vergognosa provocazione del sindacatino di polizia Coisp: questa mattina ha organizzato un sit-in a Ferrara sotto l’ufficio della mamma del ragazzo ucciso da quattro poliziotti
Indegni d’indossare la divisa. Al di là di ogni retorica, la divisa di un agente di polizia indica il suo agire in nome della collettività, del rispetto delle istituzioni e delle leggi.
I quattro agenti che uccisero Federico rientreranno in servizio nel 2014. La decisione sarebbe già stata presa. Una mano stringe quelle di Lino e Patrizia, magari dà un buffetto a Stefano. E l’altra firma il rientro in qualche questura dei quattro assassini delle volanti di Via Ippodromo.
La mamma di Federico Aldrovandi annuncia querele nei confronti del segretario del sindacatino di Polizia e di un senatore del Pdl. Secondo i quali la foto del volto martoriato e pieno di sangue del figlio sarebbe ‘falsa’, ‘frutto di un fotomontaggio’
Sul sito  Articolo 21 il disperato tentativo di Filippo Vendemmiati, autore del docufilm “E’ stato morto un ragazzo” di convincere il senatore Pdl a non essere volgare e violento a proposito di Federico
Il pm che non ha mai sentito l’unico testimone denuncia la sorella di Giuseppe,  Lucia e i giornalisti delle Iene che hanno denunciato il caso. La donna scrive alla ministra: ‘Ho paura’.

Milano: pene ridotte per due poliziotti che pestarono un pensionato

E’ arrivata nel processo d’appello una ‘sensibile’ riduzione delle pene, rispetto al primo grado, per i due poliziotti arrestati lo scorso giugno per aver picchiato, quando non erano in servizio, fino a fracassargli la faccia, un uomo di 64 anni in zona Navigli, a Milano.

MATERIALI


Omicidio Uva, ecco il docufilm che ricostruisce l’inchiesta

Adriano Chiarelli, l’autore, ha deciso di metterlo in rete a disposizione di tutti. Per abbattere il muro di gomma
Lettere dal carcere
I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…

osservatorio sulla repressione – 10/2013

March 11, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – 10/2013

Newsletter n.10/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal 4 al 10 marzo 2013

Diritti umani e polizia in Italia

la prefazione di Lorenzo Guadagnucci, giornalista vittima delle violenze alla scuola Diaz a Genova nel luglio 2001, al rapporto “Diritti umani e polizia in Italia” di Amnesty International.

Caricate le mamme NoMuos

Brutale repressione contro il comitato mamme nomuos di Niscemi durante i consueti blocchi all’ingresso della base.
Ad aprile la decisione, ma dalla polizia silenzio sui provvedimenti disciplinari
Condannato il capo della celere di Bologna che coprì l’arresto illeggittimo di due spagnoli a Genova nel 2001

Davide Rosci trasferito al carcere di Rieti

Davide Rosci, il giovane teramano arrestato in seguito alla condanna a sei anni per i fatti di Roma del 15 ottobre 2011,  recluso presso il penitenziario di Castrogno a Teramo, è stato trasferito d’urgenza al carcere di Rieti.

Aldrovandi. Il Coisp denuncia l’Estense all’Ordine dei giornalisti

Il sindacato di Polizia organizza una campagna per diffondere la sua versione della verità sull’omicidio del giovane ferrarese Federico Aldrovandi. Un giornale online ne parla, criticamente, e il Coisp invoca la censura dell’Ordine dei Giornalisti

Omicidio Aldrovandi, il Coisp intimidisce un giornalista

Ennessima vigliacca provocazione del sindacato di polizia Coisp che apre una campagna in favore dei quattro poliziotti condannati per l’omicidio di Federico e chiede sanzioni per chi li critica
Sono già sette i suicidi, dall’inizio dell’anno, all’interno dei penitenziari italiani. Gli ultimi due casi nelle carceri di Crotone e Pescara.

La Fanteria italiana a lezione dal fascista Merlino 

Che ci faceva un personaggio come Mario Merlino in cattedra ad un convegno organizzato dalle Forze Armate in tema di ‘memoria condivisa’? Era in compagnia di una reduce non pentita della Repubblica Sociale di Mussolini, a gettare fango sulla Resistenza e sui partigiani

MATERIALI


Omicidio Uva, ecco il docufilm che ricostruisce l’inchiesta

Adriano Chiarelli, l’autore, ha deciso di metterlo in rete a disposizione di tutti. Per abbattere il muro di gomma
Lettere dal carcere
I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…

osservatorio sulla repressione – Newsletter n.08/2013

March 1, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – Newsletter n.08/2013

Newsletter n.08/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal 18 al 24 febbraio 2013

CasaPound aggredisce sempre. Nuova aggressione a Sandro Ruotolo e Adelmo Cervi

Ancora un’aggressione dei “pacifici ragazzi” di CasaPound contro Guido Ruotolo. Stavolta a Frosinone, dove stava parlando in quel momento Adelmo Cervi, figlio di Aldo, uno dei sette fratelli trucidati dai nazisti il 28 dicembre 1943 a Reggio Emilia.

Lettera aperta al movimento NO TAV da parte del Collettivo Autorganizzato R60 di Reggio Emilia

Lettera aperta che i/le compagn* del Collettivo Autorganizzato R60 di Reggio Emilia hanno indirizzato al movimento NO TAV.


Palermo: Perquisite case degli operai Gesip
Agenti della Digos hanno effettuato alcune perquisizioni in casa a carico di operai della Gesip, la società comunale di servizi ora in liquidazione.

Nei secoli fedele — IL CASO DI GIUSEPPE UVA
“Nei secoli fedele — Il caso di Giuseppe Uva”, si racconta la morte violenta di Giuseppe Uva, un quarantaduenne di Varese morto in seguito a un movimentato arresto. Dopo aver trascorso tre ore in una caserma dell’Arma, in balia di otto tra poliziotti e carabinieri, Giuseppe Uva viene trasportato in ospedale in condizioni critiche. Nel volgere di una notte l’uomo troverà la morte, le cui cause tuttavia restano tutte da chiarire.
Questo docu-film nasce come “costola” del saggio-inchiesta “Malapolizia” (Newton Compton, novembre 2011), in cui l’autore Adriano Chiarelli racconta e delinea gli abusi di polizia avvenuti in Italia nell’ultimo decennio.

MATERIALI


Lettere dal carcere
I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…

osservatorio sulla repressione

January 15, 2013 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione

Newsletter n.02/2013

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal  8 al 13 gennaio2013

Sentenza 15 ottobre: una riflessione tra il tecnico e il politico
Lettera aperta di Davide Rosci, condannato per i fatti del 15 ottobre 2011 
Condanne 15 ottobre: Lettera di Davide Rosci in sciopero della fame e della sete
Davide sospende lo sciopero della fame…. la lotta contro la repressione continua!
Presidente Napolitano, mi revochi la cittadinanza italiana”
Niscemi (No Muos) come la Val Susa: invasione della polizia
#14N Brescia: Dopo le cariche, la repressione. Denunciati 17 compagne e compagni
G8 Genova: Vicequestore di polizia a processo per falsa testimonianza
G8 Genova: Corte europea ammette il ricorso per le torture alla caserma Bolzaneto
Prescrizione per le torture alla caserma Raniero a Napoli.
Il prefetto Oscar Fiorolli, torturatore di Stato, arrestato per corruzione
Carceri. La Ue condanna l’Italia
Testimonianze: Turturato e pestato in carcere
  • APPELLI
Firma la petizione per l’introduzione dei numeri identificativi per la polizia in antisommossa
10x100: e’ il momento di partecipare
Firma l’appello per rimuovere Gianni De Gennaro da sottosegretario
Appello per chiudere le sedi nazi-fasciste
Appello: Ad Isernia c’ero anch’io ! L’antifascismo non si condanna!!!
G8 Genova non è finita, dieci, nessuno, trecentomila
Appello per una legge contro la tortura
Firma Contro L’Ergastolo
  • MATERIALI

Lettere dal carcere
I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…
Video la repressione di ieri e di oggi

Iscriviti e sostieni l’Osservatorio sulla Repressione

osservatorio sulla repressione – n. 47/2012

December 17, 2012 by  
Filed under osservatorio sulla repressione

Comments Off on osservatorio sulla repressione – n. 47/2012

Newsletter n.47/2012

OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Associazione di promozione sociale

www.osservatoriorepressione.org

osservatorio.repressione@hotmail.it

SOSTIENI ED ISCRIVITI all’OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

News dal 10 al 16 dicembre

G8 Genova: Processo Diaz, condannato il questore che mentì

Manifestazioni studentesche: 25 denunciati a Pisa 

Pisa. La criminalizzazione degli studenti. Un appello di solidarietà alla loro lotta
Chi difende gli alberi è pericoloso per la pace. Sindacalista “sequestrato” per 7 ore dalla polizia
  • APPELLI
Firma la petizione per l’introduzione dei numeri identificativi per la polizia in antisommossa
10x100: e’ il momento di partecipare
Firma l’appello per rimuovere Gianni De Gennaro da sottosegretario
Appello per chiudere le sedi nazi-fasciste
Appello: Ad Isernia c’ero anch’io ! L’antifascismo non si condanna!!!
G8 Genova non è finita, dieci, nessuno, trecentomila
Appello per una legge contro la tortura
Firma Contro L’Ergastolo
  • MATERIALI

Lettere dal carcere
I quaderni dell’osservatorio da scaricare e divulgare…
Video la repressione di ieri e di oggi

Next Page »