manifestazione riuscita!

May 16, 2012 by  
Filed under nazionali

Comments Off on manifestazione riuscita!

Carissimi,

grazie e complimenti per la piena riuscita della manifestazione del 12 maggio!

Grazie a tutte/i le/i compagne/i che ci hanno creduto e si sono impegnate/i e che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

Ora occorre andare avanti e migliorare/intensificare il nostro lavoro politico.

 

Cari saluti,

Marco Gelmini

responsabile nazionale organizzazione

dalla manifestazione del 12 maggio

May 15, 2012 by  
Filed under dall'Italia, nazionali

Comments Off on dalla manifestazione del 12 maggio

Rifondanewsletter scrive

Piazza rossa

di Romina Velchi
«Edizione straordinaria, edizione straordinaria: i comunisti ci sono! Edizione straordinaria». Scherza il compagno di Roma impegnato nella diffusione militante del numero speciale di “Liberazione” preparato per l’occasione. Scherza, ma non troppo. Perché veramente ieri a Roma i comunisti c’erano.
Erano tanti, giunti nella capitale da tutta Italia per dire no al governo Monti, alla riforma dell’articolo 18, alla crisi fatta pagare ai soliti noti. «Siamo diecimila»; «Siamo trentamila»; «Siamo quarantamila» si scandisce a tappe dal pullman rosso che apre il corteo: boato e applausi.  Leggi tutto


“Uniti, per costruire la sinistra alternativa”

di Tonino Bucci
C’è chi parla di «riscatto», di «fine di un incubo durato quattro anni». Quarantamila persone hanno sfilato ieri a Roma per la manifestazione nazionale della Fds contro l’abolizione dell’articolo 18. Sono il segnale di un’insofferenza per il governo Monti che cova nella società italiana, ma senza trovare  un’adeguata rappresentazione nel dibattito pubblico e nei media. Un evento politico che con buone ragioni si può interpretare come il ritorno dei comunisti sulla scena pubblica.  Leggi tutto

 


“Anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti”

di Maria Rosa Calderoni
Confermato. Il rosso ci sta benissimo sotto il cielo più bello del mondo, che è quello di Roma, giusto tra piazza della Repubblica e il Colosseo. Un rosso polically correct, di tipo inconfondibilmente comunista, per dire falcemartello, stella, Che, pugno chiuso, Prc, Pdci, Giovani Comunisti, Fgci… Non solo bandiere: fanno molto rosso anche le t shirt; ne passa una schiera ad hoc, rosse tutt’e d’un pezzo con  stellina d’oro sul petto, bello slogan. Leggi tutto

 


Saluto di Klaus Ernst, Presidente Die Linke Germania

Cari compagni,Cari amici!
Siete venuti qui oggi per difendere il primo articolo della vostra costituzione: l’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. Ogni italiano può essere fiero di questa Costituzione che sottolinea il valore del lavoro nel suo primo articolo. Naturalmente, il lavoro è alla base di ogni società umana. Ma solo la vostra Costituzione lo mette in evidenza in questo modo. Leggi tutto


Saluto di Ines Zuber, eurodeputata Gue-Ngl del Partito Comunista Portoghese

Cari compagni, compagne e amici,
un grande saluto da parte del gue- ngl e del partito comunista portoghese.
E’ con grande emozione che mi rivolgo a voi in questa grande manifestazione della volontà popolare, la volontà del popolo italiano di combattere per  il proprio diritto di scegliere il destino del suo paese, rifiutandosi di sottomettersi agli interessi delle grandi potenze, delle grandi imprese e dei gruppi economico finanziari. Leggi tutto

manifestazione 12 maggio

April 27, 2012 by  
Filed under in primo piano, nazionali

Comments Off on manifestazione 12 maggio

il governo Monti aggrava la crisi e ne scarica gli effetti sui soggetti più deboli della nostra società.
La manovra economica di dicembre, contrassegnata su tutto da un aumento della pressione fiscale e senza criteri di progressività,
dall’ innalzamento dell’ età pensionabile, dal taglio delle prestazioni previdenziali, dai nuovi tagli agli enti locali e alla spesa per il sociale,
evitando nello stesso momento di introdurre una tassa sui grandi patrimoni sta portando il Paese verso un periodo di grave recessione.

Inoltre il governo si appresta ad una riforma del mercato del lavoro che non colpisce la precarietà, che riduce la durata degli ammortizzatori sociali e che manomette l’ art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, allo scopo di compiacere il padronato nella facoltà di licenziare e di chiudere gli spazi di agibilità sindacale e politica nei luoghi di lavoro.

E’ necessario ed urgente unire l’ opposizione di sinistra al governo Monti costruendo l’ alternativa alle sue politiche liberiste: per una giustizia sociale, per la difesa dei diritti di tutte/i e nel lavoro e per la redistribuzione delle ricchezze.

Per queste ragioni la Federazione della Sinistra promuove per il 12 maggio una mobilitazione nazionale a Roma con tutte le soggettività politiche e sociali che nel Paese condividono queste analisi e proposte e che sono impegnate a contrastare le politiche di questo governo
e degli interessi che esso rappresenta.

Come Federazione del Tigullio FdS stiamo organizzando un pullman per Roma e per ulteriori informazioni ed adesioni alla manifestazione nazionale siete pregati di contattare entro il 4 maggio: rifondazione.sestri@gmail.com – Gianni 333 8504568 – Adriano 331 4474800.

Roma 12 Maggio: Manifestazione nazionale unitaria promossa dalla Fds

April 9, 2012 by  
Filed under in primo piano, nazionali

Comments Off on Roma 12 Maggio: Manifestazione nazionale unitaria promossa dalla Fds

UNIAMO L’OPPOSIZIONE DI SINISTRA AL GOVERNO MONTI

COSTRUIAMO L’ALTERNATIVA ALLE SUE POLITICHE LIBERISTE

Il governo Monti aggrava la crisi, ne scarica gli effetti sui soggetti più deboli e corrompe la democrazia. Questo governo, nato senza mandato da parte degli elettori e appoggiato da una grande coalizione che va dalla destra berlusconiana al PD, è il frutto dei diktat e delle fallimentari ricette di poteri economici e finanziari, come la Bce, la Commissione Europea, l’Fmi, che scavalcano la volontà dei popoli e le istituzioni rappresentative.

La manovra economica di dicembre, contrassegnata su tutto da un aumento della pressione fiscale generalizzato e senza criteri di progressività, dall’innalzamento dell’età pensionabile, dal taglio alle prestazioni previdenziali, dai nuovi tagli agli enti locali e alla spesa per il sociale, ha evitato di introdurre una tassa sui grandi patrimoni, di tagliare gli sprechi miliardari come la Tav in Val di Susa o l’acquisto di 131 cacciabombardieri F35, di ridurre i costi della politica, al fine di investire in creazione di posti di lavoro e nella riconversione in senso ecosostenibile dell’economia italiana.

Ora il governo si appresta a una riforma del mercato del lavoro che non colpisce la precarietà sia sul piano legislativo che fiscale, che riduce la durata degli ammortizzatori sociali in caso di perdita del lavoro, e che manomette l’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori allo scopo di agevolare il padronato nella facoltà di licenziare e di annichilire gli spazi di agibilità sindacale e politica nei luoghi di lavoro.

Tuttavia, pur registrando una palese crisi di consensi, l’esecutivo non ha ancora un’adeguata opposizione nel paese. Esistono brani di resistenza nel mondo della sinistra d’alternativa, del sindacato, dell’associazionismo, della scuola, e dei movimenti sociali e territoriali. Ma al contempo, anche nell’area vasta che si oppone al governo, si fatica a ridurre la frammentazione dei soggetti in campo e crescono i segnali di sfiducia nelle forme politiche democratiche, a partire da partiti.

Per queste ragioni la Federazione della Sinistra che in questi mesi, in coerenza con la propria vocazione unitaria, ha animato e sostenuto su tutto il territorio nazionale centinaia di iniziative di opposizione alle politiche del governo, promuove per il 12 Maggio 2012 a Roma un appuntamento nazionale di mobilitazione che proponiamo di condividere con tutte le soggettività politiche e sociali, collettive ed individuali, che condividono la necessità e l’urgenza di un’alternativa a tali sciagurate politiche.

Un’alternativa basata su:

giustizia sociale, difesa dei diritti sociali e del lavoro e redistribuzione delle ricchezze,

riconversione ecologica dell’economia con un grande piano di investimenti pubblici per il lavoro stabile e di qualità

rilancio della democrazia, basato sull’ampliamento della democrazia partecipata e sul superamento del bipolarismo attraverso un sistema elettorale proporzionale.

CONTRO IL GOVERNO MONTI:

Giustizia sociale, Lavoro, Democrazia!

12 Maggio 2012 – ore 14, ROMA, Piazza Santi Apostoli