Raccolta firme per la nazionalizzazione dell’ILVA

May 30, 2013 by  
Filed under in primo piano, lavoro

Comments Off on Raccolta firme per la nazionalizzazione dell’ILVA

La raccolta firme al momento è solo all’interno dell’Ilva, ma sarebbe necessario renderla nazionale. Chiediamo a RC di farsene carico.

Postato su FB da Paolo Ferrero
Gli operai della Cellula di Rifondazione Comunista dell’ILVA di Taranto, con la federazione tarantina di Rifondazione Comunista, lanciano una raccolta di firme che chiede la nazionalizzazione dell’azienda, il risanamento dello stabilimento di Taranto, la difesa dei livelli occupazionali, il controllo da parte dei lavoratori e della società civile sul processo di riqualificazione degli impianti e di bonifica del territorio e il potenziamento dei presidi sanitari locali. Il PRC ritiene che finalmente debbano essere le persone che giorno per giorno vivono un’insostenibile condizione di incertezza in merito al loro futuro ad esprimere un’opinione su quello che accadrà al più grande sito produttivo del paese. A questo scopo da domani inizierà una raccolta firme dentro il siderurgico jonico. L’obbiettivo è porre il governo di fronte alle sue responsabilità, sollecitandone l’intervento nell’unica direzione che porterebbe alla soluzione definitiva del “caso ILVA”, nonché la sola in grado di superare l’artificioso dilemma Ambiente/Lavoro.”

IL TESTO DELLA PETIZIONE:

Noi sottoscritti lavoratrici e lavoratori, chiediamo al governo di provvedere rapidamente alla nazionalizzazione dell’ILVA, al fine di realizzare senza ulteriori indugi i seguenti obiettivi prioritari:

– Garantire e gestire la complessa opera di bonifica e la riconversione ambientale delle produzioni, mantenendo la produzione di acciaio in Italia e nei siti produttivi esistenti.
– Utilizzare per queste opere gli enormi profitti realizzati dalla famiglia Riva, sottratti negli anni agli investimenti per abbattere l’impatto ambientale.
– Garantire l’occupazione e il salario di tutti gli addetti – diretti ed indiretti –che oggi lavorano negli stabilimenti ILVA, senza che i lavori di bonifica e riconversione produttiva pesino sulle lavoratrici e i lavoratori.
– Sottoporre la gestione pubblica delle bonifiche, delle riconversioni e della produzione al controllo delle lavoratrici e dei lavoratori, dei Comitati e delle associazioni ambientaliste, per garantire la massima trasparenza della gestione pubblica e il pieno coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.
– Istituire all’interno dello stabilimento siderurgico un presidio sanitario gestito da Asl e Arpa, che faccia controlli più approfonditi ai lavoratori, che funzioni da vero cardine per la prevenzione e tutela della salute.

ILVA – FERRERO (PRC): «FARE PIENA LUCE, LA GIUSTIZIA FACCIA IL SUO CORSO. NAZIONALIZZARE L’AZIENDA è LA SOLA VIA POSSIBILE PER TUTELARE AMBIENTE E LAVORO»

May 16, 2013 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC): «FARE PIENA LUCE, LA GIUSTIZIA FACCIA IL SUO CORSO. NAZIONALIZZARE L’AZIENDA è LA SOLA VIA POSSIBILE PER TUTELARE AMBIENTE E LAVORO»

COMUNICATO STAMPA

 

ILVA – FERRERO (PRC): «FARE PIENA LUCE, LA GIUSTIZIA FACCIA IL SUO CORSO. NAZIONALIZZARE L’AZIENDA è LA SOLA VIA POSSIBILE PER TUTELARE AMBIENTE E LAVORO»

 

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, ha dichiarato:

 

«Dopo gli arresti di oggi, ora si continui a fare piena luce sulla vicenda dell’Ilva: ci aspettavamo questi arresti, purtroppo sappiamo che dietro all’Ilva ci sono abusi e soprusi che vanno sanzionati. Con ogni evidenza il potentato economico che rappresenta l’ILVA privatizzata a Taranto è un potentissimo fattore di corruzione della vita pubblica. Anche per questo chiediamo che lo Stato intervenga: bisogna togliere dalle mani dei Riva l’azienda e avviare un processo di nazionalizzazione,  è la sola via possibile per tutelare l’ambiente, il territorio di Taranto, i lavoratori e la legalità».

 

15 maggio 2013

ILVA – FERRERO (PRC): «INACCETTABILE SUSSEGUIRSI DI INCIDENTI GRAVI A TARANTO: CONDIZIONI DI SICUREZZA INADEGUATE. ESPROPRIARE L’AZIENDA E NAZIONALIZZARLA»

May 8, 2013 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC): «INACCETTABILE SUSSEGUIRSI DI INCIDENTI GRAVI A TARANTO: CONDIZIONI DI SICUREZZA INADEGUATE. ESPROPRIARE L’AZIENDA E NAZIONALIZZARLA»

COMUNICATO STAMPA

 

ILVA – FERRERO (PRC): «INACCETTABILE SUSSEGUIRSI DI INCIDENTI GRAVI A TARANTO: CONDIZIONI DI SICUREZZA INADEGUATE. ESPROPRIARE L’AZIENDA E NAZIONALIZZARLA»

 

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, dichiara:

 

«Il susseguirsi di incidenti gravi all’Ilva di Taranto è inaccettabile. Questa mattina un altro operaio ha rischiato di perdere la vita dopo un volo di 4 metri nell’acciaieria ed è rimasto ferito. Le condizioni di sicurezza dello stabilimento sono inadeguate. Il soccorso, hanno denunciato i lavoratori, è avvenuto in ritardo. Lo stress a cui sono sottoposti i lavoratori per raggiungere i risultati produttivi sono insopportabili. Per salvare questa fabbrica bisogna toglierla dalle mani dei Riva interessato solo ai suoi profitti e nazionalizzarla. Rifondazione comunista esprime piena solidarietà a Benedetto Montemurro, l’operaio ferito, e a tutti i suoi compagni di lavoro».

 

 

7 maggio 2013

ILVA – FERRERO (PRC): “USARE I SOLDI DEI RIVA PER BONIFICHE, MESSA A NORMA IMPIANTI E STIPENDI LAVORATORI. NAZIONALIZZARE ILVA»

January 21, 2013 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC): “USARE I SOLDI DEI RIVA PER BONIFICHE, MESSA A NORMA IMPIANTI E STIPENDI LAVORATORI. NAZIONALIZZARE ILVA»

COMUNICATO STAMPA

ILVA – FERRERO (PRC): “USARE I SOLDI DEI RIVA PER BONIFICHE, MESSA A NORMA IMPIANTI E STIPENDI LAVORATORI. NAZIONALIZZARE ILVA»

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, dichiara:

«Riva che non ha rispettato la legge adesso pretende che venga rispettata. Siamo al paradosso. La proprietà dell’Ilva di Taranto inquisita, latitante e agli arresti per il disastro ambientale compiuto pretende, per voce del presidente Ferrante, l’applicazione della legge che permetta all’azienda di vendere materiale prodotto in violazione del sequestro della magistratura. E a questo subordina il pagamento degli stipendi dei lavoratori minacciando la chiusura degli stabilimenti di Taranto, Genova e Novi Ligure. Ciò che il Governo Monti, con la complicità di chi lo sostiene, sta permettendo di fare a questi padroni è inaccettabile. Dov’è il piano industriale e di messa a norma dell’Ilva? Dove sono i soldi? Cosa ha fatto Riva in questi mesi per il rispetto della nuova Aia? Vanno  usati i capitali che la famiglia Riva ha accumulato in 17 anni per le bonifiche, la messa a norma degli impianti e gli stipendi dei lavoratori. E l’Ilva va nazionalizzata, l’intervento dello Stato è imprescindibile».

21 gennaio 2013

ILVA – FERRERO (PRC): «ENNESIMO RICATTO OCCUPAZIONALE dell’azienda. PER TUTELARE LAVORO E AMBIENTE UNICA VIA è NAZIONALIZZAZIONE»

January 16, 2013 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC): «ENNESIMO RICATTO OCCUPAZIONALE dell’azienda. PER TUTELARE LAVORO E AMBIENTE UNICA VIA è NAZIONALIZZAZIONE»

COMUNICATO STAMPA

 

ILVA – FERRERO (PRC): «ENNESIMO RICATTO OCCUPAZIONALE dell’azienda. PER TUTELARE LAVORO E AMBIENTE UNICA VIA è NAZIONALIZZAZIONE»

 

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, dichiara:

 

«L’Ilva a seguito dell’ultimo atto della Magistratura continua con il gioco al massacro sulla pelle dei lavoratori! Il prevedibile mancato dissequestro dei prodotti semilavorati e finiti viene usato dall’azienda come ennesimo ricatto occupazionale, preannunciando un tragico futuro sull’esistenza stessa della fabbrica, che ovviamente avrebbe pesantissime ripercussioni sociali ed economiche su 15mila lavoratori e sull’intera città di Taranto. Riteniamo che per effettuare tutti gli interventi previsti dall’Aia (Autorizzazione integrata ambientale) e dalle prescrizioni della Magistratura, nel rispetto dell’ambiente e senza inquinare, oggi l’unica soluzione è la nazionalizzazione dell’Ilva. Occorre espropriare tutti i beni dei Riva, che in questi anni hanno accumulato profitti a scapito della salute dei lavoratori e dei cittadini attraverso l’attività criminosa per cui oggi sono alla sbarra e/o latitanti».

 

16 gennaio 2013

ILVA – FERRERO (PRC-FDS): «LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI SALVO PER TARANTO»

December 13, 2012 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC-FDS): «LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI SALVO PER TARANTO»

COMUNICATO STAMPA

ILVA – FERRERO (PRC-FDS): «LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI SALVO PER TARANTO»

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista-FdS, dichiara:

«La legge è uguale per tutti salvo per Taranto. Dopo il decreto salva Riva il governo Monti e il ministro Clini ne inventano un’altra per violare la Costituzione e tutelare gli interessi della famiglia Riva ed eludere i legittimi provvedimenti di sequestro della magistratura. A ogni decisione presa dal Tribunale segue il ricatto occupazionale dei Riva e un decreto fuorilegge di Clini e Mont,i con la complicità del Capo dello Stato e della maggioranza in parlamento, per assecondare gli interessi dei padroni dell’Ilva. L’emendamento al decreto salva-Riva voluto da Clini per permettere di vendere il materiale prodotto dai Riva, compiendo un reato durante il sequestro degli impianti, è scandaloso».

 

12 dicembre 2012

ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “SERVE INTERVENTO PUBBLICO SENZA DELEGHE A RIVA PER GARANTIRE OCCUPAZIONE E AMBIENTE”

December 2, 2012 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “SERVE INTERVENTO PUBBLICO SENZA DELEGHE A RIVA PER GARANTIRE OCCUPAZIONE E AMBIENTE”

COMUNICATO  STAMPA
ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “SERVE INTERVENTO PUBBLICO SENZA DELEGHE A RIVA PER GARANTIRE OCCUPAZIONE E AMBIENTE”
Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista-FdS, dichiara:
“All’ILVA serve l’intervento pubblico, senza nessuna delega a Riva a gestire l’azienda. L’intervento pubblico per obbligare la famiglia Riva a pagare i lavori di bonifica e ristrutturazione ambientale. Questo deve essere scritto nel decreto del governo, altrimenti sarà solo un ennesimo favore alla famiglia Riva. Non è pensabile che Riva abbia fatto i profitti sulla pelle dei lavoratori e della città di Taranto e poi debba essere lo Stato a spendere quando c’è da garantire l’ambiente. Nel frattempo massimo rispetto per la magistratura e massima solidarietà agli operai, che hanno protestato anche oggi pomeriggio”.

29 novembre 2012

ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «IL GOVERNO FA UN DECRETO SALVA RIVA. SEMPRE PIù NECESSARIA NAZIONALIZZAZIONE ILVA»

November 29, 2012 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «IL GOVERNO FA UN DECRETO SALVA RIVA. SEMPRE PIù NECESSARIA NAZIONALIZZAZIONE ILVA»

ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «IL GOVERNO FA UN DECRETO SALVA RIVA. SEMPRE PIù NECESSARIA NAZIONALIZZAZIONE ILVA»

 

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – FdS ha dichiarato:

 

«Per quello che si capisce dalla bozza, il governo si appresta a varare un decreto “Salva Riva”, dove gli unici interessi tutelati sono quelli dei padroni dell’ILVA a scapito della salute e dell’ambiente. In questo modo la meritoria azione della magistratura rischia di essere vanificata. In questa situazione l’unica strada per garantire il lavoro, l’ambiente e la salute è una ristrutturazione profondissima dell’azienda guidata dalla mano pubblica e pagata dagli azionisti che sull’ILVA hanno fatto miliardi di euro di profitti. A tal fine riteniamo che la nazionalizzazione dell’ILVA sia sempre più necessaria ed urgente».

 

 

28 novembre 2012

ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “RIVA FACCIA INVESTIMENTI PER SEGUIRE PRESCRIZIONI PROCURA O LASCI L’ILVA ALLO STATO”

November 23, 2012 by  
Filed under comunicati stampa nazionale

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “RIVA FACCIA INVESTIMENTI PER SEGUIRE PRESCRIZIONI PROCURA O LASCI L’ILVA ALLO STATO”

COMUNICATO STAMPA

ILVA – FERRERO (PRC-FDS): “RIVA FACCIA INVESTIMENTI PER SEGUIRE PRESCRIZIONI PROCURA O LASCI L’ILVA ALLO STATO”

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista-FdS, dichiara:

“Riva investa per seguire le prescrizioni della procura di Taranto o lasci l’Ilva alla collettività, allo Stato. La proprietà dell’acciaieria deve smettere di ricattare la magistratura, la città e soprattutto i lavoratori, stanchi di vivere da 4 mesi nell’incertezza sul loro futuro, per colpa di un’azienda che ha fatto in 17 anni milioni di profitti, inquinato un territorio intero e messo in grave pericolo la salute dei lavoratori e dei cittadini. Il governo prenda in mano la situazione. Se la siderurgia in Italia è importante convochi un tavolo d’emergenza nazionale per rifare gli impianti che escluda i Riva dalla proprietà e imponga il risarcimento ai cittadini, con i soldi degli enormi guadagni accumulati in questi anni”.

21 novembre 2012

ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «INACCETTABILE NUOVA MORTE DI UN OPERAIO DI 29 ANNI ALLO STABILIMENTO DI TARANTO»

October 30, 2012 by  
Filed under comunicati stampa nazionale, lavoro

Comments Off on ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «INACCETTABILE NUOVA MORTE DI UN OPERAIO DI 29 ANNI ALLO STABILIMENTO DI TARANTO»

COMUNICATO STAMPA

 

ILVA – FERRERO (PRC –FDS): «INACCETTABILE NUOVA MORTE DI UN OPERAIO DI 29 ANNI ALLO STABILIMENTO DI TARANTO»

 

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista-FdS, dichiara:

 

«Stamattina un lavoratore di 29 anni è morto sul lavoro allo stabilimento ILVA di Taranto. È l’ennesima giovanissima vittima di un sistema produttivo che considera il lavoro un costo e gli operai carne da macello. Nell’esprimere le condoglianze alla famiglia, voglio denunciare una volta di più un sistema produttivo che oramai è basato sul ricatto e sulla paura, sistema aggravato pesantemente dalle leggi del governo che danno mano libera completa ai padroni nello sfruttamento dei lavoratori. La famiglia Riva, invece di cercare il modo per mettere in cassaforte i profitti degli anni scorsi, spenda quello che deve per ristrutturare lo stabilimento e renderlo sicuro per i lavoratori e per i cittadini. Anche per questo raccogliamo le firme per abolire l’articolo 8 e ripristinare l’articolo 18».

 

 

30 ottobre 2012

Next Page »