manifestazione 12 maggio

April 27, 2012 by  
Filed under in primo piano, nazionali

Comments Off on manifestazione 12 maggio

il governo Monti aggrava la crisi e ne scarica gli effetti sui soggetti più deboli della nostra società.
La manovra economica di dicembre, contrassegnata su tutto da un aumento della pressione fiscale e senza criteri di progressività,
dall’ innalzamento dell’ età pensionabile, dal taglio delle prestazioni previdenziali, dai nuovi tagli agli enti locali e alla spesa per il sociale,
evitando nello stesso momento di introdurre una tassa sui grandi patrimoni sta portando il Paese verso un periodo di grave recessione.

Inoltre il governo si appresta ad una riforma del mercato del lavoro che non colpisce la precarietà, che riduce la durata degli ammortizzatori sociali e che manomette l’ art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, allo scopo di compiacere il padronato nella facoltà di licenziare e di chiudere gli spazi di agibilità sindacale e politica nei luoghi di lavoro.

E’ necessario ed urgente unire l’ opposizione di sinistra al governo Monti costruendo l’ alternativa alle sue politiche liberiste: per una giustizia sociale, per la difesa dei diritti di tutte/i e nel lavoro e per la redistribuzione delle ricchezze.

Per queste ragioni la Federazione della Sinistra promuove per il 12 maggio una mobilitazione nazionale a Roma con tutte le soggettività politiche e sociali che nel Paese condividono queste analisi e proposte e che sono impegnate a contrastare le politiche di questo governo
e degli interessi che esso rappresenta.

Come Federazione del Tigullio FdS stiamo organizzando un pullman per Roma e per ulteriori informazioni ed adesioni alla manifestazione nazionale siete pregati di contattare entro il 4 maggio: rifondazione.sestri@gmail.com – Gianni 333 8504568 – Adriano 331 4474800.

Roma 12 Maggio: Manifestazione nazionale unitaria promossa dalla Fds

April 9, 2012 by  
Filed under in primo piano, nazionali

Comments Off on Roma 12 Maggio: Manifestazione nazionale unitaria promossa dalla Fds

UNIAMO L’OPPOSIZIONE DI SINISTRA AL GOVERNO MONTI

COSTRUIAMO L’ALTERNATIVA ALLE SUE POLITICHE LIBERISTE

Il governo Monti aggrava la crisi, ne scarica gli effetti sui soggetti più deboli e corrompe la democrazia. Questo governo, nato senza mandato da parte degli elettori e appoggiato da una grande coalizione che va dalla destra berlusconiana al PD, è il frutto dei diktat e delle fallimentari ricette di poteri economici e finanziari, come la Bce, la Commissione Europea, l’Fmi, che scavalcano la volontà dei popoli e le istituzioni rappresentative.

La manovra economica di dicembre, contrassegnata su tutto da un aumento della pressione fiscale generalizzato e senza criteri di progressività, dall’innalzamento dell’età pensionabile, dal taglio alle prestazioni previdenziali, dai nuovi tagli agli enti locali e alla spesa per il sociale, ha evitato di introdurre una tassa sui grandi patrimoni, di tagliare gli sprechi miliardari come la Tav in Val di Susa o l’acquisto di 131 cacciabombardieri F35, di ridurre i costi della politica, al fine di investire in creazione di posti di lavoro e nella riconversione in senso ecosostenibile dell’economia italiana.

Ora il governo si appresta a una riforma del mercato del lavoro che non colpisce la precarietà sia sul piano legislativo che fiscale, che riduce la durata degli ammortizzatori sociali in caso di perdita del lavoro, e che manomette l’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori allo scopo di agevolare il padronato nella facoltà di licenziare e di annichilire gli spazi di agibilità sindacale e politica nei luoghi di lavoro.

Tuttavia, pur registrando una palese crisi di consensi, l’esecutivo non ha ancora un’adeguata opposizione nel paese. Esistono brani di resistenza nel mondo della sinistra d’alternativa, del sindacato, dell’associazionismo, della scuola, e dei movimenti sociali e territoriali. Ma al contempo, anche nell’area vasta che si oppone al governo, si fatica a ridurre la frammentazione dei soggetti in campo e crescono i segnali di sfiducia nelle forme politiche democratiche, a partire da partiti.

Per queste ragioni la Federazione della Sinistra che in questi mesi, in coerenza con la propria vocazione unitaria, ha animato e sostenuto su tutto il territorio nazionale centinaia di iniziative di opposizione alle politiche del governo, promuove per il 12 Maggio 2012 a Roma un appuntamento nazionale di mobilitazione che proponiamo di condividere con tutte le soggettività politiche e sociali, collettive ed individuali, che condividono la necessità e l’urgenza di un’alternativa a tali sciagurate politiche.

Un’alternativa basata su:

giustizia sociale, difesa dei diritti sociali e del lavoro e redistribuzione delle ricchezze,

riconversione ecologica dell’economia con un grande piano di investimenti pubblici per il lavoro stabile e di qualità

rilancio della democrazia, basato sull’ampliamento della democrazia partecipata e sul superamento del bipolarismo attraverso un sistema elettorale proporzionale.

CONTRO IL GOVERNO MONTI:

Giustizia sociale, Lavoro, Democrazia!

12 Maggio 2012 – ore 14, ROMA, Piazza Santi Apostoli

il presidio sotto il parlamento a difesa dell’art 18

March 23, 2012 by  
Filed under in primo piano, lavoro, politica

Comments Off on il presidio sotto il parlamento a difesa dell’art 18

Intervento di Paolo Ferrero, segretario PRC, al presidio in difesa dell’art. 18, davanti al Parlamento

TG3 del 20/3 sul presidio a difesa art. 18

ARTICOLO 18 : Mobilitazione per fermare l’attacco ai diritti. Il presidio di lotta a Roma.
http://www.libera.tv/videos/2239/non-si-tocca-larticolo-18—sindacati-e-sinistra-si-mobilitano—video-interviste.html

ARTICOLO 18 – Ferrero (PRC-FdS) : Bisogna unire tutta l’opposizione
http://www.libera.tv/videos/2242/non-si-tocca-larticolo-18—ferrero-fds—video-intervista.html

ARTICOLO 18 – RINALDINI : La Cgil non deve firmare !
http://www.libera.tv/videos/2222/articolo-18—rinaldini-la-cgil-non-deve-firmare.html

in difesa dell’art 18 – petizione popolare

March 16, 2012 by  
Filed under appuntamenti, in primo piano, nazionali

Comments Off on in difesa dell’art 18 – petizione popolare

COMUNICATO STAMPA

PETIZIONE POPOLARE DELLA FEDERAZIONE DELLA SINISTRA “PER LA DIFESA E L’ESTENSIONE DELL’ARTICOLO 18”
MARTEDì 20 MARZO ALLE 15 PRESIDIO DAVANTI A MONTECITORIO E CONSEGNA DELLE FIRME

La Federazione della Sinistra ha lanciato negli scorsi giorni una petizione popolare per la difesa e l’estensione dell’articolo 18, raccogliendo migliaia di firme. Martedì 20 marzo dalle 15, a Roma, si terrà un presidio di fronte a Montecitorio per la consegna delle firme alle istituzioni.
Di seguito il testo della petizione e l’elenco dei primi firmatari. 
Per aderire www.federazionedellasinistra.com   

Petizione Popolare
Per la difesa e l’estensione dell’articolo 18

Noi sottoscritti/e consideriamo l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori una norma di civiltà.
L’obbligo della reintegra di chi viene ingiustamente licenziato è garanzia per ogni singolo lavoratore ed è al tempo stesso il fondamento per l’esercizio dei diritti collettivi delle lavoratrici e dei lavoratori, a partire dal diritto a contrattare salario e condizioni di lavoro dignitose.
Se l’articolo 18 fosse manomesso ogni lavoratrice e ogni lavoratore sarebbe posto in una condizione di precarietà e di ricatto permanente, essendo licenziabile arbitrariamente da parte del datore di lavoro. Se l’articolo 18 fosse manomesso verrebbero minate in radice le agibilità e libertà sindacali.
Per questo motivo va respinta ogni ipotesi di manomissione o aggiramento dell’articolo 18. L’articolo 18 va invece esteso a tutte le lavoratrici e i lavoratori nelle aziende di ogni dimensione.

Vittorio Agnoletto, Ciro Argentino, Giovanni Barozzino, Francesco Barra, Riccardo Bellofiore, Marco Bersani, Fausto Bertinotti, Alberto Burgio, Loris Campetti, Francesco Caruso, Luca Casarini, Adelmo Cervi, Paolo Ciofi, Giorgio Cremaschi, Alessandro Dal Lago, Don Vitaliano Della Sala, Luigi De Magistris, Rossana Dettori, Oliviero Diliberto, Piero Di Siena, Antonio Di Stasi, Mario Dondero, Angelo D’Orsi, Roberta Fantozzi, Gianni Ferrara, Paolo Ferrero, Luciano Gallino, Don Andrea Gallo, Fabrizio Gatti, Vladimiro Giacchè, Alfonso Gianni, Michele Giorgio, Alfiero Grandi, Dino Greco, Haidi Giuliani, Margherita Hack, Carlo Guglielmi, Wilma Labate,  Antonio La Morte, Mimmo Locasciulli, Giorgio Lunghini, Giacomo Marramao, Citto Maselli, Maria Grazia Meriggi, Gianni Minà, Dino Miniscalchi, Roberto Musacchio, Giovanni Naccari, Nicola Nicolosi, Manuela Palermi, Fulvio Vassallo Paleologo, Mimmo Pantaleo, Ulderico Pesce, Valentino Parlato, Gianpaolo Patta, Francesco Piccioni, Marco Pignatielli, Felice Roberto Pizzuti, Franca Rame, Carla Ravaioli, Gianni Rinaldini, Roberto Romano, Anna Maria Rivera, Massimo Rossi, Franco Russo, Cesare Salvi, Giancarlo Saccoman, Pasquale Scimeca, Patrizia Sentinelli, Marino Severini, Tommaso Sodano, Antonella Stirati, Fabrizio Tomaselli, Nicola Tranfaglia.