il coraggio della non violenza

January 20, 2013 by  
Filed under dal mondo, del territorio

Cari e Care,
in questi giorni con la costruzione del villaggio di Bab Al Shams, la
resistenza popolare ha raggiunto livelli di organizzazione straordinaria. Il
Coordinamento dei Comitati Popolari è stato capace di coinvolgere molti
settori della realtà palestinese, giovani, studenti, contadini, donne,
politici, governo palestinese, internazionali, israeliani.
Permettetemi di sentirmi molto orgogliosa per aver partecipato alla
preparazione dell’evento con i Comitati Popolari, anche se devo ammettere
temevo non si potesse fare così presto, sopratutto dopo che il vento,
l’acqua e la neve avevano colpito i territori insieme ad una terribile
influenza che ha fatto circa 187 morti.
E’ stata una grande pena non poter essere a Bab Al Shams con tutti e tutte
loro, ma avevo 40 di febbre e ci saranno altre Bab Al Shams.
Non li fermeranno gli arresti: ieri mentre Mohammed veniva arrestato e
portato via da poliziotti israeliani, ad un certo punto si è messo a
fischiare e dalla Valle, innevata, gli hanno risposto in tanti, fischiando e
cantando. Ho ricordato la Valle dove sono nata, quella dell’Ossola, sulle
montagne piemontesi anche loro innevate e piene di partigiani , era la prima
libera repubblica italiana nel 44 ed io avevo solo 4 anni.

Come Associazione per la pace, e in prima persona, anche da parlamentare
europea, sosteniamo i Comitati Popolari e la lotta contro il muro e
l’occupazione, in modo particolare degli abitanti dei villaggi dove il muro
di annessione coloniale e di apartheid Israeliano ha confiscato terra ,
acqua, e vita ai palestinesi.
In questi ultimi anni, sono stati in italia con Assopace, i e le
rappresentanti dei Comitati di Budrus, Bili’in, Ni’lin, Al Masara, Nabi
Saleh, I giovani contro gli insediamenti di Hebron, i giovani palestinesi e
israeliani di Sheik Jarrah e tanti tanti altri e altre.

Nella prossima settimana, dal 21al 28 Gennaio, a Roma, Firenze, Pisa,
Genova, Seregno, Val di Susa, in collaborazione con molte associazioni ed in
modo speciale con il Presidio Europa della Val di Susa, sarà con noi
Abdallah Abu Rahma, uno degli artefici di Bab Al Shams ed incarcerato più
volte per le sue attività, ma che ancora dice: ci rifiutiamo di morire in
silenzio.
Vi invitiamo a partecipare ed a diffondere gli appuntamenti qui sotto
riportati.

per la Libertà, la dignità, la giustizia.
Un abbraccio
Luisa Morgantini
lmorgantiniassopace@gmail.com
tel. +348 3921465

Enter Google AdSense Code Here

Comments are closed.