dal PRC di Savona

May 21, 2013 by  
Filed under dall'Italia

Comments Off on dal PRC di Savona

segnaliamo che sul sito del PRC di Savona (http://www.rifondazionesavona.it/) sono riportate le attività e le posizioni di Rifondazione nella nostra provincia. Tra le altre segnaliamo:

ATTIVITA’ E INIZIATIVE DI RIFONDAZIONE

LAVORO

DAL COMUNE DI SAVONA

INFRASTRUTTURE

AMBIENTE

ELEZIONI COMUNALI 2013

VACANZE-LAVORO a CUBA con la ASS-ITALIA-CUBA

May 16, 2013 by  
Filed under dall'Italia, nazionali

Comments Off on VACANZE-LAVORO a CUBA con la ASS-ITALIA-CUBA

VACANZE-LAVORO a CUBA con la ASS-ITALIA-CUBA

Dal 1 al 19 luglio 2013 si realizzerà a Cuba la Brigata di Solidarietà
José Martí…Come tutti gli anni la nostra
Associazione Italia-Cuba è impegnata ad organizzare la partecipazione
italiana, nella quale contiamo di
coinvolgere sempre più persone, in particolare giovani.
Troverete tutte le informazioni necessarie su Internet:
http://www.italia.cuba.it
http://www.lavorovolontarioacuba.it

Fiorella Mannoia per la liberazione dei Cinque

May 8, 2013 by  
Filed under dal mondo, dall'Italia

Comments Off on Fiorella Mannoia per la liberazione dei Cinque

La grande artista di fama internazionale Fiorella Mannoia, vincitrice di
numerosi premi, autrice di 21 album musicali che hanno segnato la storia
della musica italiana, musicista sempre attenta alle tematiche sociali e
di solidarietà, Cavaliere dell’Ordine del Consiglio Mondiale del
Panafricanismo, si è unita alla campagna internazionale per la
liberazione dei Cinque anti terroristi cubani detenuti ingiustamente
negli Stati Uniti.
Renè Gonzalez uno dei Cinque cubani è stato liberato il 3 maggio scorso,
ma continua a ritenersi prigioniero fino a quando i suoi Cinque compagni
di lotta non verranno liberati.
Il Circolo di Roma e l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba
continuano nella battaglia per la liberazione di Fernando Gonzalez,
Antonio Guerrero, Ramon Labañino e Gerardo Hernandez detenuti da 15 anni
ingiustamente nelle prigioni degli Stati Uniti per aver smascherato le
azioni terroristiche organizzate dalla mafia cubano americana di Miami
in Florida.

Reddito minimo, consegnata proposta di legge popolare. Il comitato incontra Laura Boldrini. Prc: Il Parlamento lo approvi subito!

April 16, 2013 by  
Filed under dall'Italia, economia, lavoro, politica

Comments Off on Reddito minimo, consegnata proposta di legge popolare. Il comitato incontra Laura Boldrini. Prc: Il Parlamento lo approvi subito!

Reddito minimo, consegnata proposta di legge popolare. Il comitato incontra Laura Boldrini. Prc: Il Parlamento lo approvi subito!

Questa mattina, il comitato promotore “Reddito minimo per tutte e tutti” ha consegnato alla Presidenza della Camera dei Deupati le 50.000 firme necessarie per validare la proposta di legge popolare per isitutire anche in Italia il reddito minimo garantito di 670 euro al mese per disoccupati, inoccupati e precariamente occupati con reddito inferiore a 8000 euro annui.

Alla grande campagna di raccolta firme hanno partecipato 170 tra associazioni, sindacati e partiti. Una delegazione di promotori, composta da Antonio Ferraro (Prc), Eleonora Forenza (Forum Donne), Sandro Gobetti e Luca Santini (Bin Italia), Marco Furfaro (Sel), Mapi Pizzolante (Tilt), Valentina Greco (PrecariaMente), ha incontrato la presidente della Camera, Laura Boldrini, chiedendo l’avvio immediato di un iter parlamentare per l’approvazione della legge. La Boldrini ha mostrato tutta la sua sensibilità verso il tema e la sua disponibilità a sostenere l’iniziativa sia formalmente che informalmente. La proposta del reddito minimo garantito è stata “una di quelle che ho portato avanti con più convinzione durante la campagna elettorale. Il vostro sforzo va nella direzione di trovare una soluzione per chi è disperato”. Ha affermato la presidente della Camera, che ha aggiunto: “Capisco e condivido il senso di questa iniziativa”.

Firma anche tu per l’acqua pubblica in Europa!

October 31, 2012 by  
Filed under acqua, beni comuni, dall'Italia

Comments Off on Firma anche tu per l’acqua pubblica in Europa!

Riceviamo ed inoltriamo volentieri perchè la lotta per l’acqua pubblica non è ancora finita.

Iniziativa dei cittadini Europei  per l’Acqua Pubblica

 

La battaglia per l’acqua bene comune continua e, ancora una volta, abbiamo bisogno del vostro supporto. 


Così come in Italia, in molti paesi europei l’acqua non è considerata un diritto ma una merce da vendere e comprare.

Finalmente, però, è possibile sottoscrivere un proposta di iniziativa europea perché le risorse idriche siano messe fuori dal mercato e dai processi di privatizzazione in tutti i paesi europei.

In che modo? Attraverso il nuovo strumento legislativo di democrazia diretta dell’ICE (iniziativa dei cittadini europei). Per presentare un’ICE servono un milione di firme da almeno sette paesi dell’unione.

Come si fa a sottoscrivere? Per avere più informazioni vai su www.acquapubblica.eu, oppure clicca qui per firmare direttamente,  è semplicissimo e bastano pochi minuti. 

Firma e fai firmare per l’acqua diritto umano universale, inoltra questa mail ai tuoi amici, ai tuoi colleghi, ai tuoi conoscenti. Condividi il testo di questa mail e il video Youtube su Facebook, Twitter e Google+.

Scegli di essere parte delle decisioni. Scegli per l’acqua diritto umano universale. In Italia e in Europa.

Grazie,
Forum Italiano dei Movimenti per L’Acqua
FP-CGIL


Guarda il video!

 

 

 


Salvaguardiamo il territorio: Grande successo per la fiaccolata di ieri a Borghetto organizzata da Fasce Rosse, Sel Val di Vara eRifondazione Comunista

October 26, 2012 by  
Filed under ambiente, dall'Italia

Comments Off on Salvaguardiamo il territorio: Grande successo per la fiaccolata di ieri a Borghetto organizzata da Fasce Rosse, Sel Val di Vara eRifondazione Comunista

Salvaguardiamo il territorio: Grande successo per la fiaccolata di ieri a Borghetto organizzata da Fasce Rosse, Sel Val di Vara eRifondazione Comunista

In un giorno così carico di emozioni e di dolore per le vittime della tragica alluvione di un anno fa, ieri pomeriggio a Borghetto Vara si è tenuta una bellissima e partecipatissima fiaccolata organizzata dai volontari delle Fasce Rosse, da Rifondazione Comunista e dal locale circolo di Sel.

La risposta della gente di Borghetto, che ha percorso i due chilometri di distanza che li separa dalla vicina Brugnato, è certamente tra i migliori messaggi lanciati ieri a tutta Italia, a dispetto della grande sfilata in alta uniforme di tutte le istituzioni possibili e immaginabili che ieri hanno popolato il piccolo paese della Val di Vara.

“Salvaguardiamo il territorio”
, c’era scritto con molta semplicità e senza bandiere di partito nel grande striscione che guidava il corteo, formato da gente comune, semplici cittadini di Borghetto. Dietro lo striscione c’erano anziani, mamme, giovani e tantissimi ragazzini: sono loro la speranza di un futuro lontano dal cemento che preservi la nostra meravigliosa terra per vivere in armonia e non in contrasto con essa. La natura si riprende sempre i suoi spazi e, purtroppo, l’uomo spesso paga con la vita.

Impariamo a rispettare la natura come bene comune, contrastando ogni tipo di speculazione umana dettata solo dal soldo e dall’interesse personale e non collettivo. Con questo messaggio ll’ingresso di Brugnato, si è poi tenuto un minuto di raccoglimento in memoria di chi un anno fa ha perso la vita in maniera così tragica e improvvisa. La loro testimonianza serva a tutti da monito perchè non riaccada mai più, nella nostra provincia come altrove, un disastro simile.

Fasce Rosse

Rifondazione Comunista La Spezia
Circolo di Sel Val di Vara

Paolo Ferrero: Il Governo toglie ai disabili per dare alle banche private!

October 11, 2012 by  
Filed under dall'Italia, politica, politiche di genere, società

Comments Off on Paolo Ferrero: Il Governo toglie ai disabili per dare alle banche private!

Paolo Ferrero: Il Governo toglie ai disabili per dare alle banche private!

10 ottobre 2012 su ilfattoquotidiano.it

Nella manovra di stabilità vi sono provvedimenti di cui nessuno parla.

In primo luogo non appare l’ennesimo giro di vite sulle persone con disabilità e sulle loro famiglie.Il provvedimento sottopone le pensioni di invalidità all’Irpef e per questa via le riduce.In secondo luogo vengono dimezzati i permessi lavorativi ai figli che devono assistere i genitori con disabilità grave. Non so esattamente quanto denaro porterà nelle casse dello stato questo provvedimento ma so che è un provvedimento barbarico, indegno di un paese civile. Infatti questi provvedimenti si sommano ad altri che hanno sostanzialmente azzerato i fondi per le persone con disabilità. I governi Berlusconi prima e Monti poi hanno sostanzialmente azzerato i fondi per la spesa sociale. Quando ero ministro del governo Prodi ero riuscito a portare i fondi per il sociale a 2 miliardi e mezzo, adesso questi fondi assommano a 270 milioni di euro. Un taglio di oltre 2 miliardi che si aggiunge ai tagli dei trasferimenti agli enti locali e alle regioni – i titolari della spesa sociale – con effetti disastrosi per la pubblica assistenza.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO

PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti”

October 10, 2012 by  
Filed under ambiente, dall'Italia

Comments Off on PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti”

PRC La Spezia: “Anche Levanto verso Rifiuti Zero, altro passo in avanti

Il comune di Levanto ha aderito ufficialmente alla strategia Rifiuti Zero, grazie anche al lavoro di Rifondazione, presente nella giunta comunale levantese. Un passo importante per un’amministrazione coraggiosa che ha deciso di intraprendere l’unica soluzione possibile, sia economicamente che soprattutto ambientalmente, al problema del riciclo dei rifiuti nella nostra provincia, soluzione già deliberata e intrapresa dal comune capoluogo della Spezia su mozione e istanza degli esponenti del Prc.

Rifondazione Comunista ha ospitato nel nostro territorio innumerevoli volte (e in tempi non sospetti) l’assessore all’ambiente al comune di Capannori Alessio Ciacci, primo attuatore in Italia di Rifiuti Zero e lo scienziato ideatore del piano, il professor Paul Connett, per contrastare la costante pressione di chi intende perseverare nella soluzione folle dell’incenerimento.

Quello di Levanto è un importante risultato alla vigilia dell’assemblea nazionale per la costituzione dell’Associazione Nazionale delle Comunità Verso Rifiuti Zero che si terrà proprio a Capannori il prossimo 13 ottobre, con la presenza di tutti i comuni aderenti, e molte associazioni, tra cui la spezzina AmbientalMente.

Rifondazione Comunista La Spezia

SICILIA – FERRERO e RINALDI (PRC-FDS): «NO AL MUOS USA DI NISCEMI: domani, 6 ottobre, anche il Prc alla manifestazione»

October 6, 2012 by  
Filed under ambiente, comunicati stampa nazionale, dall'Italia

Comments Off on SICILIA – FERRERO e RINALDI (PRC-FDS): «NO AL MUOS USA DI NISCEMI: domani, 6 ottobre, anche il Prc alla manifestazione»

COMUNICATO STAMPA
SICILIA – FERRERO e RINALDI (PRC-FDS): «NO AL MUOS USA DI NISCEMI: domani, 6 ottobre, anche il Prc alla manifestazione»

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista e Rosa Rinaldi, e responsabile Ambiente, territorio e beni comuni di Rifondazione comunista, dichiarano:

«In Sicilia, a Niscemi, la Marina Usa vorrebbe impiantare uno dei quattro Muos esistenti sulla Terra: un sistema di telecomunicazioni satellitari che servirà a controllare ogni angolo del pianeta e consentirà agli Stati Uniti di sfruttare ancora di più le propria enorme forza distruttrice militare. Quello di Niscemi ha ottenuto il benestare del governo Lombardo e del PD che lo ha sostenuto e verrà gestito direttamente dal Dipartimento Difesa Usa. Si tratta di uno strumento di guerra a cui noi ci opponiamo con forza: no alla militarizzazione del territorio, all’enorme inquinamento elettromagnetico prodotto dalle antenne, all’impatto devastante sul territorio (le strutture verranno impiantate all’interno della riserva naturale “Sughereta”). Sabato 6 ottobre a Niscemi si terrà una manifestazione per impedire questo scempio, l’ennesimo che andrebbe a colpire la regione siciliana. Rifondazione comunista aderisce e invita tutte e tutti alla mobilitazione».

5 ottobre 2012

Situazione Assistenziale Aree Terremotate – aggiornamento 4/10/12

October 4, 2012 by  
Filed under dall'Italia

Comments Off on Situazione Assistenziale Aree Terremotate – aggiornamento 4/10/12

Situazione Assistenziale Aree Terremotate

A fine luglio sono cessate le funzioni operative ed amministrative della Di.Coma.C. (ordinanza n. 15 del DPC). Il contingente del Dipartimento Protezione Civile è stato notevolmente ridotto e la responsabilità della gestione delle funzioni è transitata al Commissario Vasco Errani che si avvale, per tali attività, dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile. Il Commissario ha provveduto a definire le modalità di passaggio all’Agenzia delle Protezione Civile delle principali funzioni preesistenti (Ordinanza n. 17 del Commissario Delegato); la funzione Sanità è unita al Sociale ( “Funzione Sanità e Sociale”).

L’Agenzia Protezione Civile comunicherà, in applicazione della predetta ordinanza commissariale, le nuove procedure di gestione delle richieste di rimborso e di organizzazione dell’assistenza alla popolazione. Stante l’attuale orientamento dovrebbero comunque essere confermate le precedenti procedure.

Relativamente alla “Funzione Sanità e Sociale” è garantita la presenza di un coordinatore del 118 dalla ore 9 alle ore 18 di tutti i giorni feriali, mentre nei giorni festivi il coordinamento sarà garantito dalla guardia presente in centrale 118 di Bologna.

 

Provincia di Modena

Il territorio colpito dal sisma comprende un’area di 967 chilometri quadrati, pari al 36% dell’intero territorio provinciale, al cui interno vivono oltre 227 mila persone. L’area, dal punto di vista socio-sanitario, è divisa in 3 Distretti: Carpi (104 mila residenti – comuni di Carpi, Campogalliano, Novi, Soliera), Mirandola (87 mila residenti – comuni di Camposanto, Cavezzo, Concordia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, San Felice, San Possidonio, San Prospero) e Castelfranco Emilia (74 mila residenti – comuni di Bastiglia, Bomporto, Castelfranco Emilia, Nonantola, Ravarino, San Cesario). Da evidenziare che non vi sono segnalazioni di danni alle strutture sanitarie del Distretto di Castelfranco Emilia.

Assistenza alla popolazione

Le aree accoglienza (le strutture al coperto sono state chiuse tutte dal 16 agosto) attive per i cittadini impossibilitati a rientrare presso la propria abitazione sono attualmente, nella provincia di Modena, 17. Assieme agli alberghi garantiscono ospitalità a 3.426 cittadini. I punti di accoglienza sono così distribuiti:

  • Distretto di Mirandola: 13 campi (2.135 ospiti)
  • Distretto di Carpi: 3 campi (492 ospiti)
  • Distretto di Castelfranco Emilia: 1 campo (87 ospiti)

Per fornire informazioni alla popolazione l’Azienda USL ha attivato sia punti informativi a Carpi, Mirandola, San Felice, Massa Finalese e Finale Emilia che un numero telefonico dedicato.

Per la gestione delle ondate di calore, le Aziende USL hanno attivato un monitoraggio quotidiano ed in particolar modo della popolazione a rischio nei campi (bambini di età inferiore ai 6 anni: 281 e anziani di età superiore ai 75 anni: 180) per individuare, in caso di criticità, eventuali soluzioni abitative alternative. Inoltre:

  • tutti i campi di accoglienza sono stati dotati di sistemi di climatizzazione e di teli ombreggianti
  • il Servizio di Sanità Pubblica regionale ha inviato indicazioni specifiche per contrastare gli effetti dell’ondata di calore
  • il servizio 118 ha attivato un collegamento costante con il coordinamento regionale degli interventi sanitari per la segnalazione di eventuali criticità legate all’ondata di calore

Provincia di Ferrara

Il territorio colpito dal sisma comprende un’area di 413 chilometri quadrati, pari al 16% dell’intero territorio provinciale, al cui interno vivono circa 79 mila persone. L’area, dal punto di vista sanitario, copre l’intero Distretto Ovest (79 mila residenti – comuni di Bondeno, Cento, Sant’Agostino, Mirabello, Poggio Renatico, Vigarano Mainarda)

Assistenza alla popolazione

Le strutture di accoglienza (al coperto e presso campi) attive per i cittadini impossibilitati a rientrare presso la propria abitazione sono attualmente, nella provincia di Ferrara, 2 (1 campo ed 1 struttura coperta). Assieme ad altre soluzioni abitative ed alberghi ospitano ad oggi 724 cittadini. I punti di accoglienza sono così distribuiti:

  • Distretto Ovest: 1 campo (183 ospiti)
  • Distretto Centro: 1 struttura al coperto (88 ospiti)

Per gestire l’ondata di calore,le Aziende USL hanno attivato un monitoraggio quotidiano delle condizioni di salute della popolazione ed in particolar modo della popolazione a rischio nei campi (47 bambini di età inferiore ai 6 anni) per individuare, in caso di criticità, eventuali soluzioni abitative alternative. Inoltre:

  • tutti i campi di accoglienza sono stati dotati di sistemi di climatizzazione e di teli ombreggianti
  • il Servizio di Sanità Pubblica regionale ha inviato al DIComaC e ai territori colpiti dal sisma indicazioni specifiche per contrastare gli effetti dell’ondata di calore
  • il servizio 118 ha attivato un collegamento costante con il coordinamento regionale degli interventi sanitari per la segnalazione di eventuali criticità legate all’ondata di calore: nel periodo 29 giugno-13 luglio non sono giunte al 118 chiamate riconducibili al calore

Provincia di Reggio Emilia

Il territorio colpito dal sisma comprende un’area di 458 chilometri quadrati, pari al 20% dell’intero territorio provinciale, al cui interno vivono oltre 121 mila persone. L’area, dal punto di vista sanitario, è divisa in 2 Distretti: Guastalla (72 mila residenti – comuni di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla,Luzzara, Novellara, Poviglio, Reggiolo) e Correggio (56 mila – comuni di Campagnola, Correggio, Fabbrico, Rio Saliceto, Rolo, San Martino In Rio). Non si segnalano danni alle strutture sanitarie se non alla sede del Distretto di Guastalla e servizi territoriali di proprietà peraltro del Comune e nel Centro polivalente 32 di Reggiolo sempre di proprietà del Comune.

Assistenza alla popolazione

Attualmente non risultano attive strutture di accoglienza: il campo di Reggiolo è stato chiuso il 16 settembre; presso gli alberghi sono ospitati 38 cittadini.

Nel Distretto di Correggio e Reggio Emilia non si segnalano particolari problemi alla rete di assistenza.

Per gestire l’ondata di calore,le Aziende USL hanno attivato un monitoraggio quotidiano delle condizioni di salute della popolazione ed in particolar modo della popolazione a rischio nei campi per individuare, in caso di criticità, eventuali soluzioni abitative alternative. Inoltre:

  • il Servizio di Sanità Pubblica regionale ha inviato al DIComaC e ai territori colpiti dal sisma indicazioni specifiche per contrastare gli effetti dell’ondata di calore
  • il servizio 118 ha attivato un collegamento costante con il coordinamento regionale degli interventi sanitari per la segnalazione di eventuali criticità legate all’ondata di calore: nel periodo 29 giugno-13 luglio non sono giunte al 118 chiamate riconducibili al calore

Note:

  • Sono stati messi a disposizione della provincia di Modena posti letto a Reggio Emilia, a Quattro Castella ed a Villa Minozzo presso i NSD per accogliere anziani che, nella fase di prima emergenza, erano stati collocati in campi o strutture per anziani non idonee rispetto alle problematiche che presentano.
  • Sono stati eliminati i 15 posti letto attrezzati con letti e brandine della Protezione Civile presso la Asp Rete e tenuti a disposizione per eventuali emergenze fino al 17 luglio.

Provincia di Bologna

Il territorio colpito dal sisma comprende un’area di 930 chilometri quadrati, pari al 25% dell’intero territorio provinciale, al cui interno vivono oltre 207 mila persone. L’area, dal punto di vista sanitario, è divisa in 2 Distretti: Pianura Est (125 mila residenti – comuni di Argelato, Baricella, Bentivoglio, Budrio, Castelmaggiore, Castenaso, Galliera, Granarolo Emilia, Malalbergo, Pieve di Cento, S.Giorgio di Piano, S.Pietro in Casale, Caste D’Argile, Minerbio, Molinella) e Pianura Ovest (82 mila – comuni di Anzola, Calderara, Crevalcore, Sala Bolognese, Sant’Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto).

Assistenza alla popolazione

Il campo di accoglienza di Crevalcore è stato chiuso il 23 di agosto. Alla data attuale risultano ospitate, presso alberghi, 216 persone.

  • il Servizio di Sanità Pubblica regionale ha inviato al DIComaC e ai territori colpiti dal sisma indicazioni specifiche per contrastare gli effetti dell’ondata di calore
  • il servizio 118 ha attivato un collegamento costante con il coordinamento regionale degli interventi sanitari per la segnalazione di eventuali criticità legate all’ondata di calore: nel periodo 29 giugno-13 luglio non sono giunte al 118 chiamate riconducibili al calore.

Next Page »