Ri-MAFLOW

Ne loro sito trovate tutte le informazioni (storia e attività)
http://www.rimaflow.it/

Amaro partigiano e liquorificio sociale

Da dicembre sarà nel nostro paniere l’AMARO PARTIGIANO – LIQUORE DI ERBE DEI BOSCHI RESISTENTI

amaro

La loro storia

A Rimaflow è nato un liquorificio sociale che servirà a creare posti di lavoro all’interno della fabbrica abbandonata dal padrone e recuperata in forma autogestita dai suoi lavoratori e dalle sue lavoratrici. E questa struttura sarà sociale , ovvero la sua funzione sarà anche quella di promuovere la sovranità alimentare: permettere alle realtà militanti di appoggiarsi in futuro al laboratorio per produrre i propri liquori e destinare il ricavato per il sostegno e l’autofinanziamento alle lotte e alle reti conflittuali nel quadro della costruzione di alternative al sistema di produzione corrente.

Nel dicembre 2012 la Maflow, ditta che lavorava nel campo automotive, ha chiuso i battenti vittima di speculazioni finanziarie. A partire dal febbraio 2013 l’occupazione della fabbrica, e l’avvio del progetto autogestito RiMaflow, materializzano l’insieme delle lotte a difesa del lavoro e del reddito, iniziate nel 2009 dai lavoratori e delle lavoratici della Maflow.

Il progetto RiMaflow rappresenta il tentativo di rispondere alle due problematiche del nostro tempo: la crisi economico-finanziaria e quella ecologica, attraverso la costruzione di reti di economia sociale e solidale dove attività produttive e tessuto sociale si incontrano per diffondere un nuovo modo di intendere la produzione e i consumi. Le nostre parole d’ordine sono: Reddito, Lavoro, Dignità, Autogestione !

Amaro Partigiano nasce come progetto no profit e anche in futuro tutto il ricavato delle vendite servirà a sostenere il progetto della fabbrica recuperata e le attività di Archivi della Resistenza, come il festival della Resistenza “Fino al cuore della rivolta”  e il Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo (www.museodellaresistenza.it).